Stazione di Saronno, l'allarme corre su Spotted: "Linea S9 abbandonata ai tossici"

Insultato e minacciato per farsi dare 20 euro, in pieno giorno.

Stazione di Saronno, l'allarme corre su Spotted: "Linea S9 abbandonata ai tossici"
Cronaca Saronno, 18 Gennaio 2020 ore 14:43

 

Uno studente, anonimo, ha raccontato alla pagina Facebook Spotted: Trenord l'ennesima "disavventura" nella stazione di Saronno.

Stazione di Saronno, problema sicurezza

Insulti e minacce per farsi dare dei soldi. E' quanto raccontato da uno studente delle superiori e riportato dalla pagina Facebook Spotted: Trenord. Il tutto avvenuto giovedì in pieno giorno, mentre si trovava sui binari per il treno Saronno-Seregno-Albairate delle 14.35.

"Vengo affiancato da un ragazzo, probabilmente un tossico, che mi chiede insistentemente dei soldi. Io gli rispondo di no - racconta -  Lui comincia ad insultarmi dicendomi che lui versa in uno stato economico pessimo e che ha veramente bisogno di una coperta e da mangiare. Comincia ad insultarmi e minacciarmi, non lasciandomi in pace. Io gli propongo che forse ho della moneta e posso accompagnarlo al bar a comprare un panino".

Questo l'inizio della scena, avvenuta, spiega sempre il ragazzo, sotto gli occhi dei passanti.ù

Pendolari abbandonati

Il ragazzo racconta di aver poi dovuto cedere, non senza qualche resistenza, e dare venti euro al soggetto che lo aveva avvicinato, arrivato a farsi molto minaccioso. "Avrei voluto segnalare al personale Trenord l'accaduto per evitare che il soggetto ripetesse lo stesso fatto con altri sfortunati viaggiatori - continua -  invece non trovo nè una guardia nè un controllore sul treno. Vado, quindi, davanti alla cabina di pilotaggio del treno per parlare con qualcuno. Suono più volte il citofono d'emergenza, nessuna risposta; busso insistentemente sulla porta e anche lì niente". Il ragazzo, come confermato dai carabinieri, non ha ancora sporto denuncia, nè è dato sapere se intenderà farlo. Ma certe presenze all'interno della stazione e sui vagoni dei treni sono ormai cosa nota e sempre più frequente, che evidentemente non si riesce ad arginare nonostante le iniziative messe in campo dal gestore

Il post apparso sulla pagina Facebook:

 

LEGGI ANCHE: Sicurezza, in arrivo più agenti sui treni lombardi