Menu
Cerca

Stazione di Rescaldina, vertice contro droga e degrado

il Comune ha convocato Trenord, FerrovieNord, Regione, carabinieri e vigili: via a nuovi controlli e presidi

Stazione di Rescaldina, vertice contro droga e degrado
Cronaca Legnano e Altomilanese, 19 Ottobre 2018 ore 18:33

Stazione di Rescaldina incontro in municipio, via a nuovi controlli

Stazione Rescaldina, stop a droga e degrado

Stazione di Rescaldina: un vertice in municipio per combattere il degrado. E' quello che si è svolto il 17 ottobre. Intorno a una tavolo, il sindaco Michele Cattaneo ha messo i rappresentanti di Polfer, TreNord, FerrovieNord, Regione Lombardia (assessorato alla Sicurezza e Polizia locale), carabinieri e Polizia locale. Tutti presenti per discutere della sicurezza e presenza di tossicodipendenti.

Gli impegni di ogni partecipante

Polfer e TreNord hanno raccontato di un fenomeno contenuto e non allarmante a bordo dei treni che, per diverse corse della giornata, sono presidiati da agenti e guardie giurate oltre che dal personale viaggiante; la Regione ha assicurato attenzione al fenomeno e il Comune ha chiesto un maggiore impegno finanziario per presidiare e intervenire con maggior efficacia su queste problematiche prima che assumano dimensioni più grandi.
FerrovieNord ha dimostrato attenzione rinnovando la disponibilità di affidare alcuni locali di servizio alle realtà associative rescaldinesi così come di valutare un doppio passaggio di pulizia (oggi è solo al mattino) e a concordare ispezioni aggiuntive di guardie giurate in alcune ore della giornata.
Poi i carabinieri: presenti con il capitano della Compagni di Legnano Francesco Cantarella e del luogotenente comandante della stazione di Rescaldina Giorgio Dogliotti, hanno confermato di continuare nell'impegno messo in campo finora e a coordinarsi con Ferrovie Nord e il Comune per riuscire a garantire una presenza nelle fasce orarie della giornata col maggior afflusso di passeggeri. La Polizia locale, col comandante Dall'Orto, sarà presente in modo coordinato con le forze dell'ordine e guardie di FerrovieNord.

I controlli

Già dai prossimi giorni i cittadini potranno notare la maggiore presenza e presidio. La riunione tra le autorità è durata oltre due ore: l'impegno di tutti è quello di tenere monitorata la situazione anche alla luce degli impegni e azioni predisposte. Quanto discusso e deciso sarà data informazione al Prefetto di Milano.

Il commento del sindaco

"La sicurezza dei cittadini è per me e la mia giunta una questione prioritaria - spiega il primo cittadino Michele Cattaneo -. La stazione è diventata, a causa del via vai di tossicodipendenti, un luogo dove i cittadini non si sentono più tranquilli. Il problema, lo so, è comune anche ad altre stazione (forse praticamente tutte) e in altri contesti è molto più accentuato; questo non mi scoraggia però dal continuare a chiedere a gran voce che si faccia qualcosa alle forze dell'ordine e soprattutto chi, come FerrovieNord e TreNord, deve garantire la sicurezza dei viaggiatori. Con Ferrovie Nord si è instaurato, anche graze alla loro grande disponibilità, un dialogo costruttivo che porterà a migliorare sensibilmente la vivibilità della stazione e la sicurezza dei viaggiatori. Il mio grazie - conclude il sindaco - va poi ai carabinieri e alla Polizia locale per il grande impegno che stanno mettendo nel constrasto del fenomeno. Penso che in provincia di Milano pochissime stazioni dell'Arma abbiamo fatto tanti fogli di via quanti quelli fatti a Rescaldina. Polizia locale, carabinieri e FerrovieNod saranno in prima linea per aumentare la presenza e presidio della stazione".