Spazi urbani curati e rigenerati il nuovo patto di cittadinanza attiva

Sono sempre più numerosi i cittadini che si attivano su progetti di rigenerazione e cura degli spazi urbani.

Spazi urbani curati e rigenerati il nuovo patto di cittadinanza attiva
Cronaca 16 Novembre 2017 ore 11:15

Spazi urbani al centro dei progetti richiesti dai cittadini.

Sempre più numerosi i progetti  richiesti sugli spazi urbani

Sono sempre più numerosi i cittadini che si attivano e presentano all’Amministrazione comunale progetti di rigenerazione e cura degli spazi urbani. E' un’opportunità introdotta nel 2016 con l’approvazione del regolamento "per la partecipazione attiva della comunità, per la promozione di processi di resilienza per la cura, la rigenerazione degli spazi urbani, di coesione sociale e di sicurezza". L’ultimo patto attivo, in ordine di tempo, a essere stato autorizzato dalla Giunta è stato presentato da Catalano Francesco, titolare di Italservice s.r.l., la ditta che si occuperà di rimuovere le scritte (alcune molto volgari) che hanno deturpato i giochi per bambini presso il parchetto di via Diaz.

Il pensiero dell'Assessore Quieti

“A fronte di molti incivili che danneggiano il bene comune senza rispetto, rovinando persino i giochi dei bambini -afferma l’Assessore ai Lavori Pubblici Dario Quieti- ci sono numerosi cittadini che promuovono iniziative di ripristino e cura per angoli della nostra città, come in questo caso. Ringrazio Francesco Catalano per la proposta avanzata che restituirà dignità a questo parchetto e per l’impegno attivo che ripara atti di grande maleducazione.”.

La dichiarazione del Sindaco Cucchi

“Siamo felici di apprendere che il nostro regolamento sulla resilienza susciti interesse e ottenga un ottimo feedback da parte della cittadinanza che non si tira indietro di fronte al bene per la propria città –dichiara il Sindaco Raffaele Cucchi- Mi associo, quindi, ai ringraziamenti dell’Assessore Quieti e apprezzo molto l’esempio di Italservice nel proporsi al Comune con un’azione concreta e utile a tutta la comunità.”.

3 foto Sfoglia la gallery