rho

Spaccio in stazione: trovata con la droga nascosto nel reggiseno

I due sono stati trovati con un totale di 500 euro in contanti.

Rhodense, 11 Agosto 2020 ore 13:38

Spaccio in stazione a Rho: trovata con la droga nascosto nel reggiseno

Spaccio in stazione: trovata con la droga nascosto nel reggiseno

I poliziotti la scorsa sera, in piazza della Libertà a Rho, hanno notato la presenza di un uomo e di una donna che stazionavano, apparentemente sfaccendati, su una panchina.
Alla vista dei poliziotti, i due sono parsi nervosi, chiedendosi del perché del controllo dato che stavano semplicemente seduti a parlare.
Durante le operazioni di controllo, la donna G.P. cittadina cubana del ’64 , ha consegnato un pacchetto contenente altri 4 involucri in cellophane con della sostanza delle caratteristiche organolettiche della Cocaina, facendo presente di non detenere altra sostanza stupefacente: sottoposta a perquisizione personale è stato trovato, occultato all’interno del proprio reggiseno, un altro pacchetto contenente altri 5 involucri di sostanza delle caratteristiche della cocaina.
L’uomo H.L. tunisino del ’71, con precedenti di Polizia in materia di stupefacenti, ha fatto presente sin da subito che la sostanza rinvenuta era sua e che la sua fidanzata la deteneva per meglio nasconderla e per sviare i controlli delle Forze dell’ordine. Nello specifico l’uomo riferiva di ricevere le telefonate con l’ordinativo da consegnare e la donna, che custodiva nel reggiseno la sostanza stupefacente, la consegnava al fidanzato che le passava poi all’acquirente.
Anche lui è stato quindi sottoposto a perquisizione personale ed a carico dello stesso non è stata rinvenuta altra sostanza stupefacente ma solo delle banconote per circa 200 euro: in considerazione del fatto che l’uomo non svolge alcuna attività lavorativa, presumibilmente il denaro fosse provento dell’attività di spaccio. Il denaro è stato quindi sottoposto a sequestro penale e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Anche la donna è stata trovata in possesso della somma di 300 euro di cui non sapeva giustificare la provenienza. Anche questa è stata sequestrata .
I due sono stati arrestati in concorso per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente: il solo H.L., in quanto clandestino, veniva anche denunciato per la contravvenzione alla legge sull’immigrazione.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia