Polizia di Stato

Spacciatori di shaboo si riforniscono in sartoria: tre arresti

La "centrale" era in un negozio di sartoria di via Ratti, a Trenno, di proprietà di un cinese incensurato.

Spacciatori di shaboo si riforniscono in sartoria: tre arresti
Cronaca Milano città, 12 Giugno 2021 ore 11:04

Spacciatori di shaboo in manette.

Spacciatori di shaboo: la centrale nel negozio di sartoria a Trenno

Giovedì 10 giugno 2021, a Milano, la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino cinese incensurato e due cittadini filippini pluripregiudicati per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso delle indagini tese a risalire, tramite gli spacciatori al dettaglio, alle centrali di diffusione sul territorio, i poliziotti della squadra investigativa del Commissariato Porta Genova hanno individuato un cittadino cinese, incensurato, che utilizzava il negozio di sartoria e riparazioni di indumenti, che gestiva in zona Trenno a Milano, come vera e propria centrale di rifornimento.
Monitorando attentamente i movimenti e le attività di un uomo e una donna filippini, pluripregiudicati in materia di stupefacenti, gli agenti hanno posto l'attenzione su un appartamento in via Giacosa che i due condividevano con un altro nucleo familiare di connazionali: una volta entrati nell'abitazione, i poliziotti del Commissariato Porta Genova hanno trovato la donna - la 31enne O.J., pluripregiudicata e agli arresti domiciliari - e A.F. di 26 anni, anche lui pluripregiudicato, sottoposto attualmente all'obbligo di presentazione giornaliera alla Polizia giudiziaria presso il Commissariato Villa San Giovanni. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti 2 grammi di shaboo (sostanza stupefacente sintetica particolarmente potente e pericolosa), denaro contante e materiale per il confezionamento delle dosi, dei quali i due si assumevano la piena responsabilità.

Nell'appartamento sopra al negozio, droga e materiale per il confezionamento delle dosi

Dall'analisi dei contatti telefonici e di messaggistica social intrattenuti dai due sui propri smartphone, in particolare con un cittadino cinese, gli agenti hanno individuato, come luogo di rifornimento, un negozio di sartoria in via Ratti gestito dal 43enne cinese X.J. I poliziotti, vincendo le resistenze e le menzogne dell'uomo circa il proprio domicilio, sono riusciti ad acquisire le chiavi di un appartamento posto sopra il negozio, all'interno del quale sono stati rinvenuti e sequestrati 23 grammi di shaboo e 7 di cocaina, materiale per il confezionamento e un bilancino di precisione. Nel corso delle due perquisizioni, i poliziotti del Commissariato Porta Genova hanno sequestrato complessivamente oltre 11.800 euro, frutto delle attività di spaccio.