Spaccata alla Coop di Tradate, cinque banditi incappucciati fuggono coi cellulari

Terzo colpo dalla banda dei telefonini dopo i due compiuti in pieno centro al negozio della Vodafone, l’ultimo qualche giorno fa, andato in fumo grazie all’arrivo dei carabinieri.

Spaccata alla Coop di Tradate, cinque banditi incappucciati fuggono coi cellulari
Cronaca Saronno, 15 Dicembre 2017 ore 01:27

La banda dei telefoni torna in azione a Tradate e ripulisce il negozio del centro commerciale. Spaccata alla Coop nella notte: cinque banditi incappucciati fanno irruzione nell’attività di Marco Castiglioni e fuggono con molti cellulari. Il colpo a pochi giorni da quello sfumato al punto vendita Vodafone in corso Bernacchi.

Spaccata alla Coop: i ladri armati di mazze infrangono le vetrine e fuggono col malloppo

E’ accaduto nella notte tra lunedì e martedì al centro commerciale di via Monte S.Michele a Tradate. “L’allarme è scattato circa alle 3.40, ma arrivato sul posti pochi minuti dopo insieme agli agenti della Sicurseprio i ladri si erano già allontanati”, riferisce il titolare del negozio di telefonia Marco Castiglioni. Pare fossero in cinque, tutti col viso travisato da passamontagna, e armati di flessibili e mazze. Si sono introdotti dal retro del centro commerciale e tagliata la serranda sono entrati nella galleria dirigendosi verso il negozio di Castiglioni. "Hanno tentato di sfondare la porta, poi hanno infranto le vetrate e mandate in frantumi le vetrinette espositive, hanno fatto man bassa di cellulari”, di tutti i prezzi: dai più economici a quelli più moderni e costosi. Immediato è stato anche l’arrivo die carabinieri che hanno aperto un’indagine per far chiarezza sul colpo anche grazie all’aiuto delle immagini del sistema di videosorveglianza del centro Coop.

Spaccata alla Coop pochi giorni dopo il tentativo di furto nel negozio Vodafone

Qualche giorno prima della spaccata alla Coop, la banda ha tentato di saccheggiare nuovamente il negozio Levorato in corso Bernacchi, in pieno centro. “Ha tentato di introdursi nella notte rompendo con un flessibile la serranda. Il vetro antisfondamento ha però retto e ha dovuto desistere”, commenta Luca Levorato che ha potenziato i sistemi di sicurezza per scoraggiare i malviventi a compire altri atti predatori.

A due mesi dall’assalto in pieno centro sempre al negozio Vodafone

Due mesi fa i ladri, sempre nella notte, erano riusciti a mettere a segno il furto al negozio Levorato. Avevano usato un’auto come ariete e sfondata la vetrina si sono introdotti nell’attività facendo incetta di diversi cellulari. I carabinieri erano prontamente intervenuti, grazie alla segnalazione di alcuni testimoni, ma arrivati in corso Bernacchi i malviventi erano già fuggiti col malloppo.