Si masturba di fronte ai pendolari

Di prima mattina si masturba davanti ai pendolari, studenti giovanissimi e lavoratori. Fermato, è in attesa di essere espulso dal territorio nazionale.

Si masturba di fronte ai pendolari
Cronaca Legnano e Altomilanese, 26 Gennaio 2018 ore 15:52

Presi provvedimenti per un senegalese di 27 anni sorpreso mentre si masturbava davanti ai pendolari.

Si masturba davanti ai pendolari

Di prima mattina si masturba davanti ai pendolari, studenti giovanissimi e lavoratori. Fermato, è in attesa di essere espulso dal territorio nazionale. È accaduto ieri mattina, giovedì 25 gennaio, alla stazione delle Fs di Legnano. Erano da poco trascorse le 8 quando l’uomo, un cittadino ghanese di 27 anni con molti precedenti penali alle spalle, nell’area di piazzale Butti si stava esibendo in atti osceni di fronte a studenti e lavoratori che giungevano nella Città del Carroccio.

La segnalazione dei cittadini

Grazie alla segnalazione di alcuni pendolari, il gruppo di Controllo del Vicinato commerciale attivo nell’area della stazione si è immediatamente messo all’opera. La segnalazione è arrivata al comando della Polizia Locale di corso Magenta che ha inviato una pattuglia sul posto dove, però, l’esibizionista era riuscito a fare perdere le proprie tracce. Tuttavia, sempre grazie a ulteriori segnalazioni degli aderenti al gruppo del Controllo del Vicinato, dopo circa un’ora l’extracomunitario veniva avvistato dalla parte opposta della stazione ferroviaria, nel parcheggio di via Gaeta dove gli agenti lo hanno bloccato.

I provvedimenti

L’uomo, clandestino senza fissa dimora con numerosi precedenti di polizia per furto in appartamento e resistenza a pubblico ufficiale, era in evidente stato di ubriachezza e probabilmente anche sotto l’effetto di droghe. Nei suoi confronti, oltre alla sanzione amministrativa per “ubriachezza molesta”, è stata applicata la misura del cosiddetto “Mini Daspo Urbano”. Inoltre, è stato denunciato -in stato di libertà- per atti osceni in luogo pubblico e per la normativa sull’immigrazione e messo a disposizione dell’ufficio stranieri della Questura di Milano per le procedure di espulsione.

Il commento di Maira Cacucci, assessore alla sicurezza del Comune di Legnano

«Questo intervento evidenzia quanto sia importante la collaborazione dei cittadini in un’ottica di sicurezza partecipata, al fine di “fare sistema” . Le specifiche segnalazioni dei cittadini aderenti ai gruppi di Controllo del Vicinato hanno permesso di bloccare sul nascere una situazione potenzialmente pericolosa che avrebbe potuto sfociare in eventi ben più gravi di quelli che effettivamente, grazie all’intervento della Polizia Locale, sono accaduti. Mi auguro che i risultati di volta in volta raggiunti con questi strumenti incoraggino sempre più cittadini a mettersi a disposizione».