Cronaca
CORDOGLIO PER L'AMATO SACERDOTE

Settimo e Rho piangono don Sergio Gianelli

Si è spento a 80 anni. Nato a Rho il 3 aprile 1941, ordinato sacerdote il 26 giugno 1965.

Settimo e Rho piangono don Sergio Gianelli
Cronaca Rhodense, 22 Settembre 2021 ore 10:10

Settimo e Rho piangono don Sergio Gianelli. Il suo un ricordo indelebile sul territorio.

Addio a don Sergio Gianelli

Il sacerdote si è spento ieri, martedì 21 settembre 2021, a 80 anni. Nato a Rho il 3 aprile 1941, ordinato sacerdote il 26 giugno 1965, da quell'anno fino al 1983 ricoprì l'incarico di vicario parrocchiale a Meda, per poi diventare direttore della Fom Milano (Fondazione oratori milanesi), fino al 1994. Dal 1989 a 1994 fu anche responsabile dell'Ufficio per la Pastorale del Turismo. Dal 1994 al 2005 fu parroco a Settimo Milanese, per poi approdare alla parrocchia Santa Maria di Lourdes a Milano. Il 1° settembre 2016 venne destinato, come residente con incarichi pastorali, nella parrocchia SS. Trinità di Milano.

Il segno lasciato anche a Meda, come papà del Palio

Profondo il segno lasciato durante la sua permanenza a Meda. Fine ascoltatore, uomo di grande cultura, nel 1977 diede il via all'esperienza del Palio dei ragazzi, diventata negli anni la manifestazione più importante e sentita della città. Proprio dall'oratorio Santo Crocifisso di Meda è arrivato un messaggio, subito dopo la notizia della sua scomparsa:

"La preghiera di ringraziamento e di suffragio per il nostro amato don Sergio Gianelli oggi si unisce ai tanti che lo ricordano nella sua lunga e feconda attività pastorale nella nostra città. Un uomo del suo tempo che ha saputo stare coi giovani dando inizio a quello che per tanti oggi è il momento di festa più significativo della nostra città, il Palio di Meda.
Il suo bene per l’oratorio ha segnato anche per anni il cammino della FOM - Fondazione Oratori Milanesi. Lo affidiamo e lo sappiamo ora nella braccia della Madonna, la sua Madonna di Lourdes, certi che il cammino che ha percorso nella sua vita terrena continua ora nella gioia eterna del Paradiso.
Ciao don Sergio".