Menu
Cerca
Anche una casa a Sedriano

Sequestro da due milioni di euro al re dei truffatori FOTO E VIDEO

Per mettere a segno i suoi colpi l'uomo era solito spacciarsi per un diplomatico.

Sequestro da due milioni di euro al re dei truffatori FOTO E VIDEO
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 14 Maggio 2020 ore 09:28

La Questura di Milano gli ha sequestrato beni per due milioni di euro, compreso un appartamento di quattro locali a Sedriano. L'operazione antimafia è stata compiuta a carico di Nenad Jovanovic, 46 anni. La Divisione Anticrimine ha ricostruito l’excursus criminale del pluripregiudicato di origine croata con diversi alias: quest’ultimo fin da minorenne si è reso responsabile di reati contro il patrimonio, specializzandosi nelle truffe con il metodo Rip Deal.

Il truffatore si spacciava per diplomatico

Ai malcapitati ha sottratto svariati milioni di euro, presentandosi talvolta come facoltoso commerciante d’arte, altre volte come un importante immobiliarista e addirittura come un diplomatico.

L’ultimo episodio in ordine di tempo è avvenuto lo scorso dicembre, quando è stato indagato in stato di libertà dalla Squadra Mobile della Questura di Milano per truffa aggravata in concorso: Jovanovic, spacciandosi per un facoltoso acquirente, si è impossessato di un grosso diamante del valore di oltre tre milioni di euro presso la Hall di un Hotel, dietro consegna di denaro contante contenuto in un borsone e rivelatosi composto da banconote false da 200 euro.

Girava con la Ferrari

Nel corso di questi anni Jovanovic ha mantenuto un elevatissimo tenore di vita, con abiti griffati, gioielli ed autovetture di grossa cilindrata, come una Ferrari 360 Modena Spider e un Audi A6, anche per rendersi credibile nelle sue false identità di uomo d’affari o di facoltoso collezionista di opere d’arte.

Il sequestro a Sedriano

Le indagini patrimoniali svolte dalla Divisione Anticrimine hanno consentito di sequestrare beni per un valore superiore a due milioni di euro, del tutto ingiustificati rispetto alle capacità reddituali dell’interessato e del suo nucleo familiare. In particolare, un appartamento di 8 vani a Trezzano e uno di 4 locali a Sedriano, una Mercedes Classe A e diversi gioielli di valore. Nella casa di Sedriano, rinvenuta anche su un mobile della cucina una banconota falsa da 100 euro, oltre a materiale che utilizzava verosimilmente per confezionare mazzette di banconote false. In cantina, trovata una macchinetta contasoldi.

Nel 2018 rubò quadri da 26 milioni di euro

Nel 2018 Jovanovic è stato arrestato per furto aggravato e sostituzione di persona per aver sottratto due importantissime opere d'arte (olio su tavola raffigurante la “Sacra famiglia” di Peter Paul Rubens e olio su tela raffigurante “La Fanciulla Sul Prato” di Pierre Auguste Renoir), valutate 26 milioni di euro. L'uomo quella volta si spacciò per un rabbino israeliano rappresentante della comunità ebraica milanese.

4 foto Sfoglia la gallery

VAI ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE