Menu
Cerca
SPACCIATORE IN MANETTE

Senago: spacciava marijuana ed hashish, arrestato 24enne

Il giovane aveva persino cambiato la residenza, poi la scoperta del vaso di pandora dopo i sospetti di un comandante fuori servizio

Senago: spacciava marijuana ed hashish, arrestato 24enne
Cronaca Bollatese, 28 Gennaio 2021 ore 11:27

Senago: spacciava marijuana ed hashish, arrestato 24enne. Il giovane aveva persino cambiato la residenza, poi la scoperta del vaso di pandora.

Arrestato in flagranza di reato

Nella serata di ieri, mercoledì 27 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Senago hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne cittadino italiano, già noto alle Forze dell’Ordine, accusato di detenzione di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” ed hashish ai fini di spaccio.

Fermato in via Toti a bordo di un'auto danneggiata, poi l'avvio delle indagini

Tutto è partito quando il Comandante della Stazione, nel pomeriggio di ieri, libero dal servizio, nel transitare in via Toti, ha visto l’arrestato uscire da un'abitazione diversa dal suo indirizzo di residenza, unitamente ad altro soggetto pregiudicato di Senago salire a bordo di un'autovettura che presentava il parabrezza gravemente incrinato ed il lunotto infranto.

Sottoposto subito a controllo

Rintracciati dalla pattuglia in circuito, gli stessi sono stati sottoposti a controllo e nell’occasione l’arrestato ha riferito che il danneggiamento era avvenuto pochi minuti prima davanti alla propria abitazione, da dove dichiarava falsamente di essersi appena allontanato.

Aveva cambiato persino la residenza

Non convinti delle dichiarazioni, i militari hanno portato l'uomo proprio nella via dove era stato avvistato. Qui, a seguito di immediate indagini, hanno accertato che l'appartamento da cui era stato visto uscire poco prima era stato da lui preso in locazione da circa un anno.

Rinvenute dosi di marijuana e hashish in confezioni

Appartamento all'interno del quale è stato rinvenuto 1 kg e 672gr di marijuana e 200gr di hashish suddivisa in più confezioni ed occultate rispettivamente nella camera da letto e nel soggiorno, unitamente a somma in contanti pari a 1300 euro, occultata all’interno di un cassetto.

Tradotto in carcere a San Vittore

L’arrestato, una volta espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale “San Vittore”.