Scrittore senaghese al Salone del libro

Anche il sindaco gli ha fatto visita.

Scrittore senaghese al Salone del libro
Rhodense, 24 Maggio 2018 ore 14:20

Dalla Calabria a Senago, tornando indietro, sulle ali della passione per la Storia. Domenico Condito vive da 15 anni a Senago, ma affonda le sue radici lungo la costa ionica, lì dove ha maturato la passione per l’archeologia e l’ambiente.

Un senaghese che viene dal sud

Per anni ha ricoperto il ruolo di assessore a Stalettì e si è impegnato per la tutela del territorio. Parallelamente ha sviluppato una passione per la storia, l’antropologia, portando alla luce la storia dimenticata dell’Evangelario che ha scoperto nella Biblioteca Vaticana, punto di partenza per una minuziosa ricerca storica che ha alzato il velo su alcune vicende post-unitarie che la storia con la «S» maiuscola non racconta. Quell’Evangelario, prezioso tetravangelo greco-bizantino, composto in Calabria, che si credeva ormai perduto, ritrovato la prima volta dal garibaldino Achille Fazzari e poi donato a Pio X, è l’occasione per raccontare le vicende storiche intorno alla Conciliazione.

La visita del sindaco

«Il manoscritto fu realizzato in uno dei monasteri bizantini sorti nel comprensorio Scyllacense, l'antica terra di Cassiodoro, un unico sistema storico-territoriale oggi tripartito fra i Comuni di Stalettì, Borgia e Squillace. In questi luoghi, fra il VI e l’VIII secolo, si stabilirono i monaci migrati dall’Oriente cristiano, a cui passarono le fondazioni monastiche cassiodoree del Vivarium e del Castellense- spiega l’autore -. Ho ribattezzato il manoscritto “Evangelario della Conciliazione”, per il ruolo pacificatore avuto nell’Italia postunitaria, avendo favorito l'incontro fra l'ex combattente garibaldino Achille Fazzari e Papa Pio X, in un'epoca in cui la "conciliazione" fra lo Stato e la Chiesa non era ancora una realtà compiuta. Lo studio, oltre a fornire la prima descrizione assoluta del codice, con immagini inedite, ricostruisce anche questa pagina dimenticata della storia d'Italia». Condito, senaghese d’adozione, è stato ospitato dallo stand della Regione Calabria al Salone del Libro di Torino, dove ha ricevuto «l’inattesa quanto gradita visita del sindaco Magda Beretta». E ora, dopo la notorietà in terra natia, punta a diffondere la sua passione anche tra i senaghesi...