Scritta antisemita: i sindaci condannano il gesto

Molti i primi cittadini che su esempio di Beppe Sala si sono uniti alla mobilitazione lanciata dal centrosinistra piemontese.

Scritta antisemita: i sindaci condannano il gesto
Rhodense, 28 Gennaio 2020 ore 15:51

Daniela Maldini Novate, Luca Elia Baranzate, Michela Palestra Arese, Angelo Bosani Pregnana, Yuri Santagostino Cornaredo, Maria Rosa Belotti di Pero, Pietro Romano Rho, Francesco Vassallo Bollate, Sara Santagostino Settimo Milanese, Nilde Moretti di Solaro e Guido Sangiovanni di Vanzago sono i sindaci che, su esempio di Beppe Sala, si sono uniti alla mobilitazione lanciata dal centrosinistra piemontese in segno di solidarietà alla famiglia di Lidia Beccaria Rolfi di Mondovì.

Scritta antisemita a Mondovì

Qualche giorno fa a Mondovì, in provincia di Cuneo, qualcuno ha scritto una frase antisemita sulla porta di casa di Aldo Rolfi, figlio di una donna che fece da staffetta partigiana e venne deportata al campo di concentramento di Ravensbruck dove sopravvisse e morì nel 1996 a 71 anni. A Lidia Beccaria Rolfi, questo il suo nome, è stata anche dedicata una via a Mondovì. La scritta "Juden hier" che vuol dire "qui abitano degli ebrei" è comparsa l'indomani di un articolo pubblicato da Aldo Rolfi su un giornale locale dedicato appunto alla madre. Durante il periodo nazista questo tipo di scritte comparivano sulle porte degli ebrei per segnalare la loro presenza ai nazisti che poi precedevano alle deportazioni. Aldo Rolfi ha sporto denuncia contro ignoti. Carabinieri, Polizia e Procura al momento stanno indagano per reato di imbrattamento.

I sindaci del nord ovest milanese rispondono

Come ha fatto il sindaco di Milano Beppe Sala, anche i sindaci civici e di centrosinistra del nord ovest milanese hanno risposto alla frase antisemita apparsa sulla porta del figlio di una deportata a Mondovì.  I politici, uniti alla mobilitazione lanciata dal centrosinistra piemontese in segno di solidarietà alla famiglia di Lidia Beccaria Rolfi, hanno appeso sulla porta di casa la scritta "Antifa hier" che vuol dire "qui abita un antifascista".