Sangue e morti ovunque nell'inferno di Kabul

Il chirurgo rhodense Najib Naimzada: "Vi racconto l'inferno e la tragedia di Kabul".

Sangue e morti ovunque nell'inferno di Kabul
Rhodense, 02 Febbraio 2018 ore 14:40

Come riportato ampiamente su Settegiorni in edicola da oggi, venerdì 2 febbraio, il chirurgo rhodense Najib Naimzada ha raccontato la sua ultima esperienza a Kabul.

Najib Naimzada

Najib Naimzada è un chirurgo di nazionalità afgana che per anni è stato in servizio all'ospedale di Rho prima di spostarsi al nosocomio di Bollate. A luglio del 2017 è stato a Kabul e ci ha raccontato la sua apprensione per ciò che sta accadendo nella sua terra.

Le parole del chirurgo

"L'ultima volta che sono stato nella mia Kabul era il mese di luglio del 2017. Solo in quei giorni in cui sono rimasto in Afganistan ci sono stati due attentati con oltre 90 morti. I miei cugini che s trovato a Kabul mi parlano di un inferno, di ospedali super affollati. Una situazione veramente delicata e preoccupante".