San Donato, vigile uccide il suo superiore e poi si toglie la vita

San Donato, vigile uccide il suo superiore e poi si toglie la vita
Cronaca 29 Giugno 2017 ore 17:31

SAN DONATO MILANESE - Sparatoria al comando di Polizia locale: l'agente Massimo Schipa uccide il vicecomandante Massimo Iussa e e poi si toglie la vita. E' successo questo pomeriggio, intorno alle 15, in via Cesare Battisti. Secondo indiscrezioni l'agente (che nel 2013 presentò domanda per lavorare a Bollate), rientrato da un periodo di malattia, era stato messo di pattuglia a piedi; entrato in comando, visibilmente alterato, avrebbe iniziato a discutere con il suo superiore. La lite sarebbe degenerata e l'agente ha sparato al petto del superiore, puntandosi poi la pistola alla testa per togliersi la vita.

Entrambi i vigili sono stati portati in gravissime condizioni al Policlinico di Milano, uno con una ferita al torace, uno con una ferita alla testa. Ma entrambi sono morti poco dopo il ricovero. Secondo le ipotesi al vaglio dei carabinieri di San Donato, intervenuti sul posto assieme al 118, ci sarebbe un tentato omicidio-suicidio. I motivi ssarebbero legati ad attriti sul lavoro.