Salvini invia l'esercito nelle Groane

Lotta allo spaccio: da lunedì militari a presidio delle stazioni di Ceriano Laghetto e Cesano Groane.

Salvini invia l'esercito nelle Groane
14 Novembre 2018 ore 10:33

Salvini invia l’esercito nelle Groane. Lotta allo spaccio: militari a presidio delle stazioni di Ceriano Laghetto e Cesano Groane.

Salvini invia l’esercito nelle Groane

Dal prossimo lunedì, 19 novembre, le stazioni di Ceriano Laghetto e Cesano Groane saranno presidiate da una camionetta dell’esercito. Le prime reazioni arrivano dalla Lega.  Il vice capogruppo della Lega al Pirellone, Andrea Monti, esprime “grande soddisfazione per la decisone del Prefetto di accogliere le istanze espresse dai sindaci delle Groane, Dante Cattaneo di Ceriano Laghetto in testa. I primi cittadini infatti chiedono da tempo che sia aumentata la sicurezza nelle stazioni, da sempre luoghi problematici sotto questo punto di vista. Grazie al ministro dell’Interno Matteo Salvini l’aria è finalmente cambiata. Adesso – conclude Monti – possiamo tornare a sperare di riconsegnare un pezzo pregiato del Parco delle Groane ai nostri cittadini, togliendolo definitivamente al giogo degli spacciatori”.

Una delle piazze di spaccio maggiori del Nord Italia

“Oggi è un giorno importante per la nostra comunità – prosegue Dante Cattaneo – perché finalmente abbiamo avuto una risposta positiva ad una richiesta vecchia di cinque anni. Considerata infatti la gravità della situazione, a causa della presenza di una delle piazze di spaccio maggiori del Nord Italia, che ha messo a repentaglio la sicurezza e la vivibilità del territorio, siamo stati costretti a chiedere l’intervento dei militari per il presidio delle stazioni. Fortunatamente il cambio di Governo ha portato ad una nuova sensibilità sul tema e qualcuno ha ascoltato la nostra voce. È un passo concreto per restituire quest’area a pendolari e cittadini.”

“Finalmente la sicurezza è tornata una questione di primo piano”

“Finalmente un Governo – conclude il commissario crovinciale della Lega Andrea Villa – che pensa davvero alla Brianza e al suo territorio. Con la Lega e con Matteo Salvini la sicurezza è tornata ad essere una questione di primo piano, contrariamente a quanto accadeva con i governi del Pd, che non ascoltavano i sindaci, lasciandoli soli, in balia di chi pensa di poter vivere in barba alle regole.”