S.Giorgio su Legnano: il paese piange Tiziano Lampugnani, ucciso a Roma con la moglie

S.Giorgio su Legnano: il paese piange Tiziano Lampugnani, ucciso a Roma con la moglie
29 Ottobre 2016 ore 13:35

SAN GIORGIO SU LEGNANO – Uccisi a colpi di pistola sul pianerottolo di casa. A premere il grilletto è stato il vicino di casa, che poi ha rivolto l’arma contro di sè e si è tolto la vita.
Vittime dell’omicidio sono Tiziano Lampugnani, 67 anni, e la moglie Perla Montori, 63: hanno abitato a San Giorgio, poi si erano trasferiti a Roma. Ed è proprio nella capitale che hanno trovato la morte. Il 27 ottobre, al pian terreno di uno stabile di via Raffaele Stasi, nella zona dei Due Ponti, a Roma, altri vicini di casa hanno trovato i loro corpi senza vita. A ucciderli è stato Antonio Torro, 82 anni: abitava sopra di loro. La tragedia si è consumata a causa liti, frequenti, per motivi condominiali.
Perla accudiva i gatti del quartiere, e pare che questi animali non fossero amati da Torro. Rientrato in casa, l’82 si è sparato.
I carabinieri sono giunti sul posto in tenuta anti-sommossa: non sapevano che l’uomo si era ucciso, sapendo che aveva una pistola e avendo trovato la porta chiusa, pensavano potesse continuare a sparare.
Tiziano e Perla, come detto, abitavano a San Giorgio negli anni passati: in paese tanti se li ricordano. Vivevano in un’abitazione vicino all’asilo. Tanti i concittadini sconvolti nell’aver appreso la drammatica notizia.


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia