Rospi e ricci sulle strade delle Groane, fate attenzione

E' periodo di migrazione, dal Comune l'invito alla salvaguardia.

Rospi e ricci sulle strade delle Groane, fate attenzione
Saronno, 31 Marzo 2018 ore 11:54

Rospi e ricci sulle strade, bisogna prestare attenzione.

Rospi e ricci, invito alla salvaguardia

Nelle zone boschive all’interno del Parco delle Groane, si assisterà in queste settimane, con l’innalzamento delle temperature, al fenomeno della “migrazione” prima dei rospi e, successivamente, dei ricci, che si spostano da un luogo all’altro del bosco, alla ricerca di provviste e per l’accoppiamento. Si tratta di tragitti che spesso, dalle nostre parti, comprendono anche tratti di strade asfaltate e percorse da veicoli tra un'area boschiva e l'altra. Per questo, c'è il grosso rischio che vengano investiti e schiacciati.

Dal Comune l'appello a stare attenti

Dall'Amministrazione comunale di Ceriano Laghetto, sensibile alla difesa e alla protezione degli animali, arriva l'appello a prestare particolare attenzione nel percorrere le strade che attraversano le aree boschive e a valutare l'eventuale presenza di questi animali sulle strade, in particolare in orario serale e notturno, quello che preferiscono per i loro spostamenti. In caso di avvistamento, si raccomanda di fare attenzione, fermarsi e assicurarsi del passsaggio degli animali dall'altra parte del bosco. Va ricordato che tanto i rospi quanto i ricci sono animali importanti per il mantenimento dell’ambiente naturale che ci circonda e della sua ricca biodiversità.

Al lavoro le Guardie ecologiche volontarie

Per questo motivo, anche il Parco delle Groane si è impegnato in questa attività di tutela e salvaguardia, attivando, con le Guardie ecologiche volontarie, uno specifico progetto per la realizzazione di vere e proprie “barriere” anti-rospi, lungo le strade che attraversano le arre boschive. Come evidenzia la consigliera delegata alla Protezione degli animali, Federica Borghi, “L’appello è rivolto alle persone più sensibili, affinché facciano attenzione a questi animali, che sono piccoli e si spostano attaccati alla strada, spesso con la penombra e per questo sono particolarmente a rischio”.

3 foto Sfoglia la gallery