Menu
Cerca
SUCCEDE A BOLLATE

Ristrutturata la vecchia sede del Comune: uno degli edifici più antichi della città

Con un intervento durato quattro mesi, è finalmente andato in porto il rifacimento del tetto. Messa in sicurezza la struttura e ridipinta anche la facciata. Oggi è sede di Comuni Insieme

Ristrutturata la vecchia sede del Comune: uno degli edifici più antichi della città
Cronaca Bollatese, 02 Marzo 2021 ore 15:37

Rimessa a nuovo la vecchia sede del Comune: uno degli edifici più antichi della città.

Andato in porto il rifacimento del tetto

Terminati i lavori di ristrutturazione dell’ex Municipio, oggi sede di Comuni Insieme. Con un intervento durato 4 mesi, si è provveduto a rifare completamente il tetto, a mettere in sicurezza la struttura e a ridipingere la facciata per dare nuova vita all’antico edificio di Bollate.

Costo dell’opera 180mila euro

Grazie al finanziamento di Regione Lombardia, che ha coperto il 100% dei lavori, oltre al tetto sono stati realizzati anche l’isolamento termico, prima assente, il rinforzo strutturale di parte del solaio e altri interventi finalizzati all’eco-efficientamento. Il costo dell’intervento è stato di 180mila euro. L’edificio inoltre è stato messo in sicurezza ed è stata ridipinta la facciata grazie al cofinanziamento al 50% con Comuni Insieme che occupa i locali. Il costo dell’intervento è stato di 54,4mila euro

Nuova vita all’edificio

Un intervento atteso da tempo che l’assessore Rocca ha commentato così:

“Si tratta di un intervento importante – ha detto Lucia Rocca, Assessore ai Lavori pubblici del Comune – che ha ridato nuova vita all’edificio e un’estetica migliore alla piazza che lo ospita. Il tetto era davvero in pessime condizioni e creava problemi di infiltrazioni a ogni pioggia, oltre ad essere pieno di nidi di piccioni nelle crepe. Ora è tornato ad essere l’edificio di pregio che era un tempo”.

Uno degli edifici più antichi

Visto il valore storico dell’edificio (inaugurato nel 1912 è uno dei più antichi di proprietà del Comune), tutti i lavori sono stati concordati nel dettaglio con la Sovrintendenza dei Beni Architettonici di Milano.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli