Rifondazione non appoggia Orlandi e corre da sole alle amministrative

Domenico Maggio analizza gli ultimi 10 anni di amministrazione della città dando alla giunta Romano un voto negativo

Rifondazione non appoggia Orlandi e corre da sole alle amministrative
Cronaca Rhodense, 13 Febbraio 2021 ore 11:00

Il gruppo di Rifondazione Comunista sta lavorando per trovare un candidato sindaco con cui presentarsi alle prossime elezioni amministrative di Rho

Non possiamo appoggiare chi non ha fatto nulla per la città

«Alle prossime elezioni amministrative correremo da soli, stiamo lavorando su diversi tavoli per cercare il candidato ideale, non potremmo mai sostenere il candidato di una maggioranza che in nove anni, escludiamo l’ultimo della pandemia, non ha fatto nulla per la città». E’ un fiume in piena Domenico Maggio storico rappresentante di Rifondazione Comunista da anni impegnato in città. «Stiamo lavorando per fare una lista di sinistra composta da persona che lavorano nell’ambito sociale.

A Rho non abbiamo avuto un anno di Pandemia, ne abbiamo avuti 9

Avremo un nostro candidato sindaco e la nostra vuole essere una lista alternativa a quella del centrosinistra e del centrodestra». Domenico Maggio analizza poi quanto avvenuto durante gli ultimi due mandati del sindaco Pietro Romano. «A Rho non c’è stato solo un anno di pandemia ma dieci. Non è stato fatto nulla e basta guardarsi in giro, la situazione è sotto gli occhi di tutti – afferma Maggio – Partiamo dalle aree dismesse, da quella in via Ratti all’incrocio con il Sempione a quelle in via Mattei passando per quella in fondo a via Pregnana. Rifiuti, sporcizia e degrado e la nostra amministrazione comunale non ha obbligato i proprietari a fare nulla».

Da 10 anni si parla di sistemare Corso Europe e invece…

Rappresentante di Rifondazione Comunista che passa poi a parlare del traffico «Da 10 anni si parla di sistemare corso Europa, di una rotonda all’altezza della Citterio, sono stati spesi anche un sacco di soldi per monitorare il traffico ma poi, tutto è rimasto in un cassetto senza che nessuno abbia fatto nulla». Dal traffico al problema casa che in città è molto sentito. «Tra pubblici e privati a Rho ci sono circa 2.200 appartamenti sfitti, alcuni dei quali sono stati addirittura murati dall’Aler, perché non metterli a disposizione delle persone che stanno vivendo una situazione di difficoltà abitativa?»

I cimiteri sembrano essere passati sotto un bombardamento

L’altro tema toccato da Maggio nell’analizzare quello che, secondo il suo punto di vista non è stato fatto sono i cimiteri. «Sembrano cimiteri di paesi colpiti dalla guerra. Mazzo è un disastro, al camposanto centrale ci sono mille problemi di manutenzione, anche in questo caso la nostra giunta non ha fatto nulla e ha continuato a tutelare la società che li gestisce» Dai cimiteri alle piste ciclabili «Le piste ciclabili sono state fatte – afferma Maggio – però una volta realizzate, deve essere fatta anche la manutenzione, parola che a Rho non conoscono. Basta fare un giro tra via Marconi e via Pace e vedere come l’erba alta, che è più alta dei marciapiedi, invade la pista ciclabile».

Vogliamo che Rho continui ad avere il suo ospedale

L’ultima preoccupazione di Domenico Maggio e del gruppo di Rifondazione Comunista per quanto riguarda la città di Rho è quella riguardante l’ospedale. «Abbiamo sempre manifestato e continueremo a farlo per tutelare il nostro ospedale. Non vogliamo che i reparti vengano chiusi bensì potenziati perchè è un patrimonio che i rhodensi non devono assolutamente perdere».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli