Ma.ri.na. stella Michelin da 20 anni

Guidato da più di 40 anni con maestria e passione dalla famiglia Possoni. Pionieri del pesce crudo, hanno portato il mare a Olgiate Olona, diventando un'icona oltre i confini locali

Ma.ri.na. stella Michelin da 20 anni
Cronaca 24 Ottobre 2017 ore 07:30

Ma.ri.na. stella Michelin da 20 anni

Stella Michelin, ristorante Ma.ri.na.

 

Il mare a Olgiate Olona

Stellato da 20 anni. Il ristorante Ma.ri.na. di piazza San Gregorio ha visto confermata ancora una volta la pregiata stella Michelin che certifica la qualità della cucina che porta il mare a Olgiate Olona. Il patron Giuseppe Possoni che con la famiglia da sempre guida e cura l’attività accoglie il riconoscimento come una nuova conquista ogni volta: «Il lavoro premia, ma serve impegno quotidiano. Per noi è facile perché ci accompagna tanta passione».

Pionieri del pesce crudo

Ma.ri.na. nasce nel 1973, un’altra epoca: «Era l’archeologia della cucina, intesa allora come possibilità di offrire il meglio. Dal ‘77 abbiamo iniziato a fare il pesce. E nel 1980 siamo stati i pionieri del pesce crudo, eravamo ‘matti’ per l’epoca, ma eravamo desiderosi di offrire qualcosa che non c’era». E così nascono piatti «semplici ma inusuali», peculiarità mantenute nel viaggio attraverso l’evoluzione della cucina dei 40 anni che hanno portato all’oggi: «E’ cambiato il mondo. L’attuale approvvigionamento permette di risolvere i problemi di qualità e sicurezza di un tempo. Ci arrivano prodotti freschi tutti i giorni dalla Sicilia. La freschezza è garantita ed esaltata».

"Il cliente si conquista quando torna"

Sedersi al tavolo al Ma.ri.na. è vivere un’esperienza da ricordare: «Il cliente si conquista quando torna. Noi lo mettiamo sul trono con intorno a sè sudditi per soddisfare i suoi desideri. Parliamo con lui, cerchiamo di capire i luoghi che ama, di far respirare un clima famigliare. E diamo il meglio di noi stessi». E in questo modo il ristorante è diventato un’icona sul territorio, oltrepassando i confini locali, richiamo per innamorati della grande cucina e per chi cerca il mare in città: «Serve solo la passione – ribadisce Possoni – questo lavoro toglie tanto, ma dà tantissimo. La disponibilità al sacrificio è importante, ma se hai piacere per quel che fai non pesa. Il tempo sottratto ai miei cari l’ho ritrovato, perché oggi tutta la famiglia è coinvolta nel ristorante». Dalla sorella Rita Possoni, chef del Ma.ri.na., al giovane nipote laureato in scienze dell’alimentazione. «Oggi sperimentare e imparare è più facile, se si ha la motivazione si trovano grandi soddisfazioni in cucina». Dalla quale escono piatti meravigliosi: «L’aragosta cruda è un’esperienza che mi sento di mettere al primo posto tra le nostre peculiarità. Ma poi anche granchi, tartufi, funghi freschi, tutto il pesce rigorosamente pescato...». Basta solo sedersi al tavolo ed esprimere desideri.