Rho, Tradito dallo smartphone del complice finisce in cella per detenzione di armi

Rho, Tradito dallo smartphone del complice finisce in cella per detenzione di armi
14 Novembre 2016 ore 15:21

RHO – Detenzione abusiva di armi da fuoco e ricettazione. Questa l’accusa con cui i carabinieri della stazione di Rho hanno arrestato un nomade italiano 24enne, già in carcere per altra causa. Il provvedimento scaturisce dalle indagini dell’Arma a seguito di un furto di armi da un’abitazione nell’agosto scorso, quando furono rubati due fucili e una carabina. Per quel reato, nell’ottobre scorso, era già finito in manette, un 27enne italiano. Il ritrovamento nella memoria dello smartphone del primo arrestato di alcune foto ritraenti un secondo giovane con le armi in pugno, la ricostruzione del suo circuito relazionale, nonché il repertamento e l’analisi delle impronte digitali sulle armi, hanno portato i Carabinieri fino al 24enne.

 

 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia