Rho

Coppia di falchetti nidifica sul campanile del Santuario

Hanno dato alla luce i loro piccoli nonostante gli spuntoni metallici per allontanare i volatili.

Coppia di falchetti nidifica sul campanile del Santuario
Rhodense, 25 Luglio 2020 ore 11:00

Coppia di falchetti nidifica sul campanile del Santuario:  hanno dato alla luce i loro piccoli nonostante gli spuntoni metallici per allontanare i volatili.

Il campanile è un habitat naturale per gli uccelli migratori

Il Santuario di Rho mantiene la sua tradizione di habitat naturale per gli uccelli migratori, nonostante siano stati applicati degli spunzoni metallici anti volatili, che sembrano per fortuna mantenere lontani solo i piccioni. Da alcuni anni, nel periodo primaverile estivo, una coppia di Gheppi fa visita alla nostra città, ma in precedenza non si era mai assistito alla schiusa delle uova. Quest’anno, complice il lockdown a cui siamo stati obbligati nostro malgrado, una nostra giovane lettrice ha immortalato i falchi e una coppia di pulli nel loro nido.

Coppia di falchetti nidifica sul campanile

Elisabetta Pessina, appena conclusa la quarta elementare, una mattina di primavera, scrutava il cielo in attesa dei rondoni che non erano ancora arrivati, quando ha fatto notare a papà Attilio e al fratello maggiore Massimiliano che c’era un falco. «Ci siamo messi ad osservarli – racconta la giovane lettrice di Settegiorni -, mio fratello mi ha prestato la sua macchina fotografica e io mi sono appostata per vedere cosa facevano..». Giorno dopo giorno Elisabetta, ha seguito con entusiasmo la coppia di falchi, con gli adulti che si alternavano a cacciare e a fare la guardia appollaiati sulle piante o sul cornicione. Fino alla scoperta dei pulli «Una mattina ho visto che c’era qualche cosa che si muoveva nel nido, poi con lo zoom della piccola macchina fotografica ho visto che erano i piccoli ho chiamato tutti a vedere, ero felicissima!»

I Gheppi non sono nuovi a nidificare nelle città

I gheppi non sono nuovi a nidificare nelle città e spesso, come accade anche al Santuario, nidificano insieme alle colonie di rondoni, quest’anno particolarmente nutrita, specie per gli esemplari di rondone alpino. Questa specie si differenzia dagli altri rondoni per le dimensioni, è più grande, per il ventre bianco e per il canto che ricorda quello dei delfini. Sono soliti volare in formazione, spesso con un capo “stormo” o in coppia. «La sera – continua Elisabetta “ci mettiamo sul balcone ad ammirare i rondoni che fanno le acrobazie.. sembrano le frecce tricolori! Oltre a questi nidificano anche il rondone pallido ed il rondone comune. Quest’ultimo sempre numeroso, sembra sia migrato in anticipo, dopo il violento acquazzone della scorsa settimana.

Piccoli rapaci silenziosi

Tornando ai Gheppi, sono piccoli rapaci sono molto silenziosi e grazie al loro volo rasente le piante e le case, prevalentemente planando, il colore del mantello che si mimetizza coi coppi dei tetti ed i mattoni, sono difficilmente individuabili. Il maschio si differenzia dalla femmina per il piumaggio superiore più scuro ed il capo grigio. Tutto questo grazie al nostro Santuario.

 TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia