Rho: Al via i lavori per realizzare la nuova piazza del teatro

Rho: Al via i lavori per realizzare la nuova piazza del teatro
Rhodense, 07 Settembre 2020 ore 08:44

I lavori sono partiti oggi con la demolizione della mensa

Ruspe al lavoro per abbattere la storica mensa comunale

Sono iniziati nelle prime ore della mattinata di oggi i lavori per abbattere l’ex mensa comunale di via Castelli Fiorenza e successivamente realizzare quella che sarà la piazza del nuovo teatro. Le ruspe sono entrate in azione pochi minuti dopo le 8 di questa mattina, lunedì 7 settembre.

Da mesa comunale a mensa dei poveri

Una struttura storica quella di via Castelli Fiorenza che per anni è stata non solo la mensa dei dipendenti comunali ma anche quelle dei numerosi operai e impiegati delle ditte della zona. Società come la Diana De Silva, o l’ex Abital dove oggi sorge un complesso residenziale. Una struttura che dopo essere stata chiusa al pubblico è diventata per anni la mesa dei poveri, gestita dalle volontarie della Caritas cittadina.

Una piazza con verde e panchine

Al posto dell’ex mensa, come detto, sorgerà la nuova piazza del teatro, una piazza con verde, panchine, arredo urbano e altri elementi architettonici tra cui delle «false quinte».  E’ prevista anche l’installazione di alcuni pilastrini a scomparsa all’altezza dell’incrocio tra via Dante e via Castella Fiorenza per bloccare l’accesso delle auto nell’ultimo tratto di via Dante che verranno utilizzati in occasione degli spettacoli teatrali o altri eventi per rendere tutta l’area pedonale. La piazza dovrebbe essere pronta contemporaneamente al teatro, per la primavera del 2021.

I fondi di Regione Lombardia

La piazza avrà anche uno stanziamento di fondi di Regione Lombardia. Grazie a una proposta fatta dal consigliere rhodense della Lega, Simone Giudici, il Pirellone stanzierà 500 mila euro su 700 mila previsti per la realizzazione di un’opera importante per tutti i cittadini rhodensi

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia