Rescaldina sempre più cardio-protetta grazie al nuovo defibrillatore

Rescaldina prosegue nel suo cammino per essere sempre più un paese cardioprotetto. E' stato donato stamattina dal Comitato Provinciale di ANCOS un defibrillatore completo di teca che è stato installato all’esterno della Farmacia Comunale di via Pineta.

Rescaldina sempre più cardio-protetta grazie al nuovo defibrillatore
Cronaca Legnano e Altomilanese, 23 Febbraio 2019 ore 11:29

Il nuovo defibrillatore sarà posizionato alla farmacia comunale

Un paese cardioprotetto

Rescaldina prosegue nel suo cammino per essere sempre più un paese cardioprotetto. E' stato donato stamattina dal Comitato Provinciale di ANCOS un defibrillatore completo di teca che sarà installato all’esterno della Farmacia Comunale di via Pineta.

La presidente di Ancos Patrizia Lia

“La scelta del consiglio direttivo è ricaduta su Rescaldina” ci spiega la presidente del Comitato provinciale di ANCOS Patrizia Lia “per un semplice calcolo cittadini-defibrillatori. La prevenzione ed il benessere sono parte del DNA di ANCOS, che è un’associazione Nazionale di Comunità Sociale e Sportiva all’interno del sistema di Confartigianato, oggi quindi siamo doppiamente contenti per essere diventati uno dei tasselli fondamentali del progetto del Comune di Rescaldina per cardio-proteggere l’intero territorio del paese. Da parte di ANCOS l’augurio è che questo
defibrillatore non debba mai servire e, se nel caso, che sia strumento di vita”.

Il commento del vice sindaco Schiesaro

Il compito di rappresentare l’Amministrazione comunale è stato affidato al Consigliere Gilles Ielo e al Vicesindaco Daniel Schiesaro. Quest’ultimo ha espresso la grande gratitudine dell’Amministrazione nei confronti di ANCOS che “ci aiuta nel completamento del progetto di diffusione dei defibrillatori sul territorio comunale. Il progetto era iniziato lo scorso dicembre con la collaborazione di “Sessantamilavite da salvare”, della “Pro Loco”, dei commercianti e di tutto il mondo associativo rescaldinese. In pochi mesi arriveranno a Rescaldina altre 3 postazioni a Rescalda, Rescaldina e nell’Oltresaronnese. Arriveremo così a 12 defibrillatori sui 14 previsti. Per i defibrillatori sono stati raccolti più di cinquemila euro, un risultato senza precedenti che dimostra che Rescaldina è una comunità che si vuole bene”.