Referendum Lombardia: affluenza vicina al 40%, sì al 95%

Referendum per l'autonomia, Maroni esulta: "E' la battaglia del secolo". Problemi con le Voting Machine

Referendum Lombardia: affluenza vicina al 40%, sì al 95%
Cronaca 23 Ottobre 2017 ore 03:00

Referendum Lombardia: oltre tre milioni di lombardi si sono recati alle urne, utilizzando per la prima volta le Voting Machine: il sì si attesta al 95%. La soddisfazione del governatore regionale Roberto Maroni e degli amministratori leghisti del nostro territorio.

Lunedì 23 ottobre: l’affluenza in Lombardia

Le operazioni di scrutinio hanno avuto qualche evidente problema.
Tuttora il sito dedicato www.referendum.regione.lombardia.it non è stato ancora ripristinato.
Cliccate sotto nell’immagine, per vedere l’affluenza di ogni piccolo comune lombardo dove si è votato:

LA DIRETTA DI SETTEGIORNI

03:00 Sono pervenuti i risultati relativi al 95% delle 24mila Voting Machine, con un affluenza del 37,07%. Spiega una nota della Regione: “La stima del dato finale sull’affluenza oscilla tra il 38 e il 39%, per un numero di votanti di circa 3 milioni. Il Sì raccoglie il 95,3%, il No il 3,9%, le schede bianche il restante 0,8%. Si sono registrate alcune criticità tecniche nella fase di riversamento dei dati delle rimanenti Voting Machine“. I risultati completi giungeranno solo nella giornata di oggi,  lunedì 23 ottobre. Già nel corso della giornata di domenica si erano verificati ritardi nell’aggiornamento dei dati sull’affluenza ed il segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri aveva parlato di una “situazione indecente”.

01:09 Con il 73,1% di schede scrutinate, il sì è al 95,57%, il no al 3,67%

00:28 LA CONFERENZA STAMPA DI ROBERTO MARONI “Nelle proiezioni che abbiamo il 95 per cento sono i ‘si”, 3 per cento ‘no’, lo ‘zero virgola’ schede bianche”. E’ quanto ha anticipato Roberto Maroni, che ha espresso “soddisfazione per l’affluenza”.  “Grazie ai 3 milioni di cittadini lombardi che sono andati a votare e al 95 per cento di coloro che hanno votato Si’. La proiezione e’ superiore al 40%“, ha aggiunto. “Non faccio la competizione con Zaia, non mi interessa la percentuale, sono contento che ci abbia superato, ora possiamo unire le forze per la battaglia del secolo“, ha continuato, sostenendo che “il senso di appartenenza e’ indubbiamente piu’ forte in Veneto”. “Chiedero’ all’Anci Lombardia di darmi una delegazione – ha proseguito Maroni -. Quindi lascio a loro scegliere. Se chiedessero a me chi voglio, Gori perche’ si e’ espresso molto. Sala? Ho un buon rapporto con Sala, ma se non e’ andato a votare, mi pare difficile possa far parte della delegazione. “Nel Comune del ministro Martina abbiamo superato il 50 per cento – ha rilevato Maroni -, il mio Comune e’ al secondo posto. Milano ha l’affluenza piu’ bassa: analizzeremo il voto questuare per quartiere per capire dove e’ piu’ forte la voglia di autonomia, da cui mi aspetto dati interessanti”. Sull’esordio del voto elettronico, Maroni ha commentato: “Chiederò che il nostro sistema di voto possa essere utilizzato in futuro, magari già per le prossime elezioni regionali. Manderò una relazione dettagliata al ministro Minniti che ho già sentito al telefono”.

00:25 Gianluca Alpoggio, segretario circoscrizione Lega Nord Legnano: “Nella nostra città i numeri definitivi non sono ancora disponibili ma stando ai primi dati l’affluenza ha superato abbondantemente il 35%, attestandosi attorno al 40 per cento. Se si pensa che in Lombardia hanno votato più di 3 milioni di persone e che oltre il 90% di chi è andato alle urne ha barrato il sì… beh, possiamo senz’altro parlare di un successo. Da domani non ci resta che partire come due missili (noi Regione Lombardia e il Veneto, cui vanno fatti i complimenti per il dato straordinario di affluenza alle urne) per andare a Roma a chiedere più autonomia e più soldi. A chiederlo sono i cittadini: il popolo si è fatto sentire, rispondendo presente a questa consultazione promossa in primis dalla Lega Nord”.

00:23 Massimo Cozzi
, sindaco di Nerviano: “Grazie di cuore ai 5.559 nervianesi che si sono recati alle urne, dimostrando interesse e amore per la nostra terra. Mentre altri boicottano e non coinvolgono mai i cittadini, si è scelto di far partecipare i cittadini direttamente con il loro voto. E’ un punto di partenza del quale sono veramente molto soddisfatto. Abbiamo ancora tanto da imparare dai Veneti, ma si parte dal risultato di ora. La più grossa soddisfazione è stata quella di vedere gli anziani votare tranquillamente con il voto elettronico, alla faccia di chi denigrava questo tipo di votazione”

00:20 Il sindaco Christian Garavaglia sul dato del suo Comune, Turbigo, dove il sì vince con il 95%: : “Nei referendum vince chi prende un voto più degli altri. Dato che il SI ha ottenuto oltre il 90-95% dei voti allora non c’è dubbio sul risultato. Sto sentendo dibattiti in tv in cui alcuni sindaci lombardi del Pd hanno votato sì e alcuni dirigenti del Pd criticano per la “bassa” (secondo loro) affluenza (dimenticando l’affluenza del referendum costituzionale degli anni 2000 del 34%). Non avere le idee chiare dimostra grande distacco verso i cittadini lombardi”

00: 16 Dal Legnanese i primi risultati definitivi, con il sì oltre il 90%: 96% a Nerviano, 95% a Turbigo, 95% a Buscate. Affluenze dal Magentino: a Magenta al voto il 38,66% degli elettori, a Corbetta il 38,24%.

00:12 A Rho i votanti sono stati 13.471, pari al 33,49% degli aventi diritto.

00:07 Daniele Rivolta, segretario Lega Nord di Castano Primo, afferma: “Alle scorse elezioni l’affluenza è stata del 70%, adesso siamo intorno al 42%, per un referendum “inutile” com’era stato definito dal sindaco Giuseppe Pignatiello. Questo significa che per questo referendum sno andati a votare circa la meta’ dei castanesi. Inoltre i votanti sono stati piu’ di 300 rispetto a quelli che avevano votato il gruppo di Pignatiello alle scorse elezioni. Se davvero questo e’ stato un referendum della Lega come hanno accusato, allora e’ bene che inizino a preoccuparsi. Abbiamo conquistato molti cittadini in questi anni”.

00:05 “A nostro modo di vedere é stato un risultato soddisfacente, malgrado sia stata fatta poca e cattiva informazione”. Così Sergio Cattaneo, capogruppo della lega in consiglio comunale ad Arese sull’affluenza ai seggi. “Con il Referendum sull’autonomia non abbiamo chiesto l’indipendenza dall’Italia, bensì di rimanere in Italia con maggiori vantaggi a livello regionale”.

23:55 L’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera afferma: “Il risultato che si e’ configurato alle 19, e che sta crescendo in tendenza, e’ un risultato veramente clamoroso, soprattutto se lo confrontiamo con quello delle ultime Amministrative, dove al ballottaggio avevano votato meno del 50 per cento degli aventi diritto. In alcuni seggi della bergamasca e del bresciano – ha aggiunto – si e’ gia’ superato ampiamente il 50 per cento. Anche in alcuni Comuni della provincia di Milano ci sono dei risultati ampi, che manifestano che i nostri cittadini sono consapevoli dell’importanza dell’obiettivo del referendum. La sfida che abbiamo voluto giocare – ha concluso Gallera – soprattutto in un periodo come questo, e’ stata vinta e centrata”.

23:48 Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda: “Oggi forse per la prima volta abbiamo coinvolto tutti i lombardi facendoli sentire un unico popolo, unito da un comune sentire: la voglia di autonomia per la propria terra. Oggi abbiamo portato più di tre milioni di lombardi a votare. Un risultato strepitoso, impensabile. Solo  una parola: grazie”.

23:50 Per il Pd commenta da Magenta Paolo Razzano: “La scarsa affluenza e partecipazione registrata al referendum in particolare a Milano Metropolitana, è la certificazione di una sconfitta politica. Tutta da intestare a Maroni e alla sua maggioranza, che in questo modo hanno finito per danneggiare la giusta richiesta di maggiore autonomia per la Lombardia”

23:45 A Buscate affluenza al 42%. Il sindaco Fabio Merlotti: “Un referendum poco pubblicizzato dai media nazionali e passato un po’ in sordina. Evidente e palpabile la propensione al sì di gran parte delle persone. Credo sarebbe stato più giusto se ne parlasse di più, per apprezzarne i contenuti al di là di qualsiasi presa di posizione aprioristica”. Villa Cortese: affluenza al 46,90%. A Nerviano 39,88%.

23:40 A Marcallo e Boffalora, le due roccaforti leghiste del Magentino, l’affluenza è stata rispettivamente del 42,2% e del 49%. A San Vittore Olona il dato definitivo sull’affluenza è del 39,23%.

23:35 Il vicepresidente del consiglio regionale Fabrizio Cecchetti commenta: “Sono soddisfatto per il risultato di Rho e ringrazio tutti i cittadini che sono andati a votare, nonostante il boicottaggio totale della stampa e della Rai che non ha fatto servizio pubblico. Ottima comunque la risposta dei circa 3 milioni di lombardi (quasi 40%) che si sono recati oggi ai seggi. Una considerazione rivolta a chi volesse poi sminuire l’importanza del risultato giocando sulle percentuali: a Rho sia il totale dei votanti che i “sì” superano i voti che hanno eletto il nostro attuale sindaco Romano”.

23:00 Urne chiuse, inizia lo spoglio dei voti

22:50 Quando mancano pochi minuti alla chiusura dei seggi, cominciano ad arrivare i primi commenti. Da Lainate Mario Proverbio, Lega Nord, afferma: “Ore 19, Lombardia percentuale di votanti oltre il 30% direi che con tutta la politica del no portata avanti dal Pd e con la percentuale di chi non crede più nella politica, il 30% che per le 23 dovrebbe superare il 35% possiamo considerarlo un buon risultato. Da domani potremo diventare il buon esempio, la linea guida, il locomotore che il nostro paese da tempo sta cercando, una regione modello da espandere sul resto del territorio, gestire servizi e risorse con parsimonia e capacita’ vuol dire far ripartire il nostro paese, che vanta eccellenze su tutti i fronti, dall’industria all’agricoltura’ alla storia al turismo. Siamo un grande paese che merita di più, diamo una svolta a questa situazione, Basta opportunisti, basta a chi si accasa nelle amministrazioni per bivaccare, il Presidente Maroni ha voluto dimostrare che il buon governo si può fare e la Lombardia lo sta dimostrando,Per un futuro migliore crediamo in chi lavora per noi”

20:30 Arriva anche il dato su Rho: affluenza alle 19 al 26,88%

20:06 Nella città metropolitana di Milano l’affluenza alle 19 si ferma al 24,73%, mentre a Bergamo, provincia con il dato più alto, è del 38,73%. A Milano affluenza al 21,64%. I dati dai nostri Comuni: Arese 29,11%, Lainate 30,62%, Legnano 30,43%, Parabiago 33,75%, Bollate 26,73%, Magenta 31,89%, Abbiategrasso 27,76%. Tarda ad arrivare il dato su Rho, uno dei pochissimi ancora mancanti nella provincia milanese. Boffalora, Nosate e Ossona unici tre Comuni milanesi con affluenza alle 19 superiore al 40%.

20:04 E’ del 30,94% l’affluenza in Lombardia alle 19

19:45 “Il 30% dei lombardi è andato a votare, a Bergamo percentuali oltre il 50%, meno a Milano”: lo riferiscono fonti di Regione Lombardia. Ma monta la polemica perchè il sito ufficiale www.referendum.regione.lombardia.it non mostra più i dati, dopo che anche il parziale delle 12 era stato pubblicato con forte ritardo. I dati sono tuttavia diventati visibili, aggiornati alle 19, alle 20.04

19:30 “Il Pd lombardo sta perdendo la testa”: così il segretario lombardo della Lega Nord Paolo Grimoldi sulle polemiche sollevate da Pietro Bussolati e Pierfrancesco Majorino contro il sindaco di Parabiago, verso il quale potrebbe essere sporta denuncia

16:30 Polemiche a Parabiago, dove sulle bacheche istituzionali del Comune compare quello che ha tutta l’aria di essere uno spot per il “sì”. E’ intervenuto con parole dure anche il segretario metropolitano del Pd Pietro Bussolati. Caso simile a Nerviano, dove il sindaco ha esposto una bandiera della Regione fuori dal suo ufficio in Municipio.

15:00 Nei nostri Comuni dati relativi all’affluenza alle 12 che oscillano tra il valore medio della Città metropolitana di Milano (8,64%) e quello complessivo della Regione (10,87%), con qualche eccezione. A Rho affluenza all’8,72%, Arese al 9,01%, Lainate al 10,13%. Legnano 9,95%, Parabiago all’11,18%. Bollate all’8,50%, Magenta al 10,48%, Abbiategrasso al 9,43%. A Boffalora affluenza al 14,70%: solo a Trezzano Rosa, nella provincia milanese, è stata più alta. Baranzate fanalino di coda di tutta la Provincia con il 6,54%

13:00 Alle 12 l’affluenza in Lombardia è stata del 11,06%, la metà rispetto al Veneto. Molto basso il dato milanese, con l’8,64% per quanto riguarda Città metropolitana e appena 7,60% nel capoluogo. Bergamo spicca invece con il 14,40%.

Referendum Lombardia, cosa chiede il quesito

Referendum per l’autonomia di Regione Lombardia: domenica 22 ottobre 7,8 milioni di lombardi sono chiamati alle urne per rispondere al quesito, consultivo e non vincolante, esprimendosi sull’apertura del tavolo di lavoro tra Stato e Regione per far ottenere a quest’ultima più autonomia in determinati settori. Il quesito,  sottoposto per la prima volta tramite Voting Machine, ovvero con voto elettronico, recita: “Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell’unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all’articolo richiamato?”. In Lombardia, a differenza del Veneto chiamato a propria volta a votare, non è richiesto il raggiungimento del quorum e quindi l’esito delle urne prescinde dal numero di cittadini che si sono recati a votare.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità