Razzia di specchietti dalle auto, è allarme

La banda agisce nella notte asportando con assoluta precisione i retrovisori. Via Isonzo, via Morandi, via Carso, via Damiano Chiesa tante le vie di Tradate dove ha colpito.

Razzia di specchietti dalle auto, è allarme
Cronaca 02 Dicembre 2017 ore 08:57

Sono decine e decine le vittime della banda che ruba gli specchietti dalle auto per rivenderli: agisce di notte prendendo di mira in particolare vetture di grossa cilindrata.

Gli specchietti delle auto vanno a ruba

Vandali e ladri sono sempre in azione durante la notte. Il buio tradatese favorisce i delinquenti ma anche l’attività di quei ladruncoli che si arrangiano a commettere furti su commissione. Diverse auto posteggiate sono state “accecate”, vale a dire qualcuno ha estratto gli specchietti laterali senza causare danno all’abitacolo dello specchio o prelevare anche quella parte di carrozzeria.

Molte le zone prese di mira dalla banda

Il fenomeno si sta diffondendo a macchia d’olio. I primi colpi si sono verificati in via Isonzo, nel posteggio alle spalle dello scalo ferroviario, alcuni di notte altri all’imbrunire, dopo le 17. Si parla di una trentina di auto "ripulite". Poi sono continuati in via Damiano Chiesa, via Monte S.Gabriele, via Carso e via Morandi e via Zini. L’allarme lo ha lanciato anche il gruppo delle Vedette che ha raccolto le testimonianze di decine e decine di automobilisti derubati da uno o due specchietti.

Li rubano per rivenderli

Agiscono in modo preciso asportando in modo chirurgico gli specchietti dalle auto in sosta nei posteggi condominali o su pubblica piazza. Può sembrare una cosa da poco, ma non lo è. Il danno è di qualche centinaio di euro. Non pochi. Toccherà a sborsarli alla vittima dei furti.

Gli ignari proprietari lasciano le loro vetture in strada e al mattino l'amara sorpresa, la sparizione degli specchietti. Un danno minore rispetto al furto totale del mezzo o ad altri atti vandalici ma comunque non da poco conto visto che la sostituzione di entrambi gli specchietti ha un costo che può superare anche i 100 euro e spesso a causa della presenza di franchigie non è neanche coperto dall'assicurazione.