Cronaca

Ragazza esclusa dalla squadra di calcio, il liceo «Rebora» si ritira dagli Studenteschi

Gli organizzatori hanno vietato alla giovane calciatrice di giocare insieme ai maschi

Ragazza esclusa dalla squadra di calcio,  il liceo «Rebora» si ritira dagli Studenteschi
Cronaca Rhodense, 02 Giugno 2022 ore 10:08

La preside del liceo Majorana: "Ci siamo avvalsi dei regolamenti federali"

Una brutta pagina di sport e di vita

Brutta pagina di sport e di vita quella andata in scena nei giorni scorsi a Rho dove i ragazzi del liceo Ettore Majorana, organizzatore della manifestazione, quelli del Rebora e quelli del Mattei dovevano incontrarsi per disputare i campionati studenteschi.  Campionati che però, alla fine, hanno visto solamente la presenza di Majorana e Mattei, in quanto il liceo Rebora ha ritirato tutte le sue squadre. Il motivo? L'esclusione di una ragazza dalla squadra di calcio. "Non può giocare insieme ai maschi - hanno detto gli organizzatori".

Non abbiamo escluso nessuno ci siamo avvalsi dei regolamenti federali

Sulla vicenda abbiamo sentito la preside del liceo Majorana Elisa Iacazio «Non abbiamo escluso nessuna ragazza, ci siamo attenuti ai regolamenti della Federazione - spiega la dirigente del liceo di via Ratti - Come ogni anno, il nostro liceo ha organizzato il torneo relativo al progetto “Sport in rete”. Il torneo è stato predisposto secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia di sport dei Centri sportivi scolastici. L’ iniziativa è nata 17 anni fa con lo scopo di fare incontrare gli studenti di diverse realtà scolastiche del territorio attraverso gare sportive e sensibilizzare gli studenti stessi a giocare con le altre scuole e non contro le altre scuole. Il titolo “Sport in rete” lo sottolinea.

Diverso il commento della preside del Rebora

A malincuore il nostro Liceo si è ritirato volontariamente dal torneo studentesco del territorio al fine di tutelare l’uguaglianza e la parità di genere, valori che riteniamo fondanti per la nostra istituzione e per l’intera società umana - afferma la preside Sara Olivari. Durante l’anno le nostre studentesse e i nostri studenti hanno sempre giocato insieme e disputato partite che li hanno rese e resi forti e felici di rappresentare la nostra scuola

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter