Attività

Raffica di controlli dei Carabinieri

Multato anche un commerciante che aveva installato un impianto di videosorveglianza per controllare i dipendenti di nascosto

Raffica di controlli dei Carabinieri
Cronaca Milano città, 16 Agosto 2021 ore 12:12

Fine settimana di intensi controlli da parte dei  Carabinieri del Comando Provinciale di Milano che hanno denunciato un ladro, sanzionato due commercianti e controllato decine di persone

I controlli dei Carabinieri

Sabato 14 agosto, in centro a Milano, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà per furto un marocchino classe 1988, senza fissa dimora in Italia, il quale, dopo essersi introdotto all’interno di un negozio di via Torino, approfittando di un momento di distrazione della vittima, si è impossessato del cellulare di un turista francese di 25 anni, dandosi alla fuga ma venendo poco dopo bloccato da un equipaggio.

Nel corso del servizio sono inoltre state identificate 77 persone e controllati 25 veicoli, ispezionati 3 esercizi commerciali tra i quali un centro estetico di proprietà di un cinese classe 1962, a carico del quale sono state elevate tre sanzioni amministrative: una di 5.600 euro con contestuale sospensione dell’attività per aver impiegato un lavoratore senza la preventiva comunicazione di instaurazione di rapporto di lavoro; una di 1.549 euro per aver installato un impianto di videosorveglianza per il controllo dei dipendenti, senza la prevista autorizzazione; ed infine un’altra di 400 euro, per non aver rispettato la normativa Covid-19 che impone l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale all’interno dei luoghi chiusi.

L'attività in Darsena

Nella serata di sabato invece in località Darsena e Navigli, i militari hanno identificato 64 persone e controllato 31 veicoli procedendo inoltre a contravvenzionare un cittadino bengalese classe 1978, titolare di un esercizio commerciale di via Gola, infliggendogli una pena pecuniaria di 1.000 euro, poiché sorpreso a vendere bottiglie di vetro di alcolici oltre le 22 in violazione dell’ordinanza comunale