L'iniziativa di Caritas Gaggiano con il San Carlo

Raccolta di abiti per i pazienti Covid senza familiari

L'iniziativa solidale di Caritas Gaggiano a favore dei pazienti Covid ricoverati al San Carlo di Milano privi di assistenza da parte di familiari

Raccolta di abiti per i pazienti Covid senza familiari
Magenta e Abbiategrasso, 21 Novembre 2020 ore 15:30

L’iniziativa solidale di Caritas Gaggiano a favore dei pazienti Covid ricoverati al San Carlo di Milano privi di assistenza da parte di familiari.

Raccolta di abiti per i pazienti Covid senza familiari

In questo periodo di difficoltà, è forte il senso di solidarietà della comunità gaggianese. A testimoniarlo sono due lodevoli iniziative, promosse in favore di chi ha più bisogno di una mano. Dopo l’esperienza già vissuta durante la prima ondata, la Caritas di Gaggiano è stata contattata da alcuni operatori dell’ospedale San Carlo affinché venissero recuperati indumenti e alcuni prodotti per l’igiene personale da destinare ai pazienti Covid.

«Sono, in particolare, persone ricoverate che non riescono ad essere seguiti dai familiari o che magari non hanno parenti. Per questo ci è stato chiesto di recuperare pigiami, ciabatte, spazzolini e dentifrici», spiega una delle volontarie della Caritas, Eleonora Bortolotto. È nata così una forma di collaborazione con la titolare della lavanderia self-service, Cinzia Maiocchi, che si è resa disponibile come punto raccolta e per igienizzare il materiale donato. «I terapisti, che hanno recuperato il materiale, sono rimasti nuovamente e piacevolmente stupiti da tanta generosità. Si tratta di iniziative che fanno al cuore. Come sempre, Gaggiano c’è e dà il suo contributo. Per questo ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato alla raccolta», continua Bortolotto.

Un’altra bella iniziativa, chiamata «Gomitoli di solidarietà», ha invece a che fare con le zone del centro Italia colpite nel 2016 dal terremoto. In questi giorni, in oratorio a Vigano e in parrocchia a Gaggiano, si stanno raccogliendo gomitoli di lana donati dai gaggianesi e da inviare all’associazione Uniamoci: un gruppo di donne dei comuni epicentro del sisma, che nell’amicizia e nella solidarietà provano a «tessere una “maglia” sociale ridotta a brandelli».

La lana verrà utilizzata per realizzare alcuni lavori, il cui ricavato contribuirà a ricostruire un oratorio. «La Caritas fa da volano e sensibilizzazione, mettendosi a disposizione sul territorio – afferma il referente Giovanni Balestreri – Poi però c’è la comunità, che fa rete e aderisce convintamente a queste iniziative. La generosità di Gaggiano arriva anche fuori Gaggiano. E questo è un messaggio molto positivo in un periodo complicato». TORNA ALLA HOME

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia