Quando una pannocchia diventa Gesù Bambino

Quando una pannocchia diventa Gesù Bambino
Cronaca Rhodense, 13 Dicembre 2020 ore 11:00

I presepi realizzati dai ragazzi diversamente abili della cooperativa Serena sono esposti all’Agricola

Collaborazione tra due grandi realtà

Quando i prodotti dei campi diventano i protagonisti del presepe grazie alla collaborazione di due grandi realtà.
Da una parte l’Agricola di Lainate, dall’altra la cooperativa Serena, associazione che si occupa di ragazzi diversamente abili con sede in città e a Legnano. Una collaborazione nata da alcuni anni che in questo 2020 segnato dall’emergenza Covid è proseguita «a distanza», ottenendo però gli stessi splendidi risultati di sempre. Risultati che sono stati esposti nella giornata di lunedì nella Bottega del Cuore Contadino, il negozio dell’Agricola che in queste settimane è addobbato per il Natale.

La natività tra i cesti con i prodotti gastronomici

Ed ecco allora tra cesti natalizi e prodotti gastronomici arrivare tre splendide e singolari Natività dove pastorelli, bue, asinello, la Madonna e San Giuseppe, oltre naturalmente a Gesù Bambino, sono stati realizzati interamente con le pannocchie. «Non è stato un lavoro semplice, ma alla fine abbiamo ottenuto un importante risultato – afferma Tatiana collaboratrice dell’Agricola – L’idea di realizzare il presepe con le pannocchie è nata a fine settembre. Abbiamo realizzato con i ragazzi della cooperativa Serena dei laboratori online. Ci vedevamo una volta la settimana per le spiegazioni sulla creazione dei personaggi che sono stati interamente realizzati da loro».

Dall’idea di un solo presepe ne sono stati realizzati tre

L’idea iniziale prevedeva la realizzazione di un solo presepe, ma alla fine, visto l’entusiasmo dei ragazzi della Cooperativa Serena, ne sono stati fatti tre. «Hanno partecipato i ragazzi del nostro Centro diurno, una decina di Legnano e 5 di Lainate – spiegano i responsabili della cooperativa che si occupa di persone diversamente abili – Per prima cosa abbiamo realizzato le casette di legno e i paesaggi con il muschio, poi abbiamo iniziato a realizzare, con gli scarti delle pannocchie, la testa, il corpo, le braccia e le gambe dei personaggi che abbiamo poi incollato insieme fino ad arrivare alla realizzazione di tre presepi e di una serie di bamboline e angioletti, fatti sempre con le pannocchie, con cui abbiamo decorato il negozio dell’Agricola».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità