Menu
Cerca
«Il bene chiama bene»

Punti del super per aiutare le mamme in difficoltà

A Legnano, il piccolo miracolo di Cristina Scutari che in due giorni ha innescato una catena di solidarietà e ha riempito carrelli di latte e pappe per bambini.

Punti del super per aiutare le mamme in difficoltà
Cronaca Legnano e Altomilanese, 18 Aprile 2021 ore 14:55

Punti del super per aiutare le mamme in difficoltà.

Punti del super per una gara di solidarietà

Una gara di solidarietà che ha permesso di donare alle famiglie bisognose latte per neonati, pappe, pannolini, generi alimentari e articoli di cancelleria. È quella che è scattata a Legnano tra venerdì 9 e domenica 11 aprile 2021 e che ha visto protagonista Cristina Scutari, autrice di un piccolo miracolo del quale è lei stessa la prima a stupirsi.
«Sapendo che un paio di mamme in difficoltà avevano bisogno di latte in polvere per i loro bambini piccolissimi ho pensato di acquistarlo usando i miei punti dell’Esselunga in scadenza – spiega Cristina, educatrice professionale, titolare di un nido in città, amministratrice del gruppo facebook La voce di Legnano e impegnata in tante iniziative di solidarietà – Prima di andare al supermercato però ho scritto un post nel quale invitavo chiunque lo desiderasse a donarmi i suoi punti (si possono trasferire da una tessera all’altra a multipli di cento), in modo da poter comprare più latte. “Domenica scadono – scrivevo – Quindi è un po’ una corsa contro il tempo… Ci proviamo?”. Ero partita con l’idea di prenderne quattro o cinque confezioni, invece ne ho riempiti interi carrelli. Mai mi sarei aspettata una risposta tanto generosa al mio appello».

Raccolti ben 78mila punti in due giorni

A volte è solo questione di fare il primo passo e tutto il resto viene da sé. Ne sa qualcosa Cristina, che in due giorni ha raccolto ben 78mila punti, e poi li ha convertiti in spesa per le famiglie in difficoltà (alle prime due mamme se ne è aggiunta una terza, e visto il gran numero di donazioni la legnanese ha acquistato anche articoli di cancelleria da destinare al Mercato solidale di Mazzafame).
«Hanno cominciato a donare tutti – racconta ancora sinceramente stupita per la solidarietà a cascata scaturita da una manciata di righe scritte di getto su Facebook e moltiplicatasi nel giro di poche ore – Dal membro più “orso” del gruppo alla nonnina, da ragazze giovanissime alle “mie” mamme dell’asilo (che sono state davvero fantastiche), da mia mamma, ai miei amici… Si è creato un tam tam di gente che “garantiva” per me, dicendo: “la conosco, ti puoi fidare” e intanto i punti sulla mia tessera aumentavano a una velocità impressionante».

Il tour de force per riempire i carrelli

Con l’aiuto dei sui genitori e dell’amica Claudia Ascone (già protagonista, insieme a Cristina, dell’iniziativa delle scatole di Natale “Donando con il cuore a Legnano”), nel fine settimana Cristina è andata più volte al supermercato, comprando latte per neonati per quasi 300 euro, pappe, pannolini, salviettine e creme per bambini; ma anche pasta, riso e scatolame; e infine materiale di cancelleria per il Mercato solidale di Mazzafame, gestito dalla Caritas, nel quale le famiglie indigenti possono fare la spesa senza pagare.

E per la piccola Sofia, un posto gratis al nido

Ma il piccolo miracolo non era ancora pienamente compiuto. La mattina di lunedì 12 aprile, al nido, Cristina ha trovato tre borse piene di pappe per bambini, e la sua socia Francesca Tramonta che l’aspettava con una proposta capace di strapparle più di una lacrima di commozione: «Perché non regaliamo l’iscrizione alla piccola Sofia?». E così dal prossimo settembre, tra i bimbi del nido di Cristina e Francesca, ci sarà anche una delle neonate per le quali è scattata questa gara di solidarietà, quella che sta vivendo la situazione più complicata. Mercoledì 14, infine, è avvenuta la consegna degli aiuti.

5 foto Sfoglia la gallery