Pulizia dell’ufficio: come farla al meglio e con quali prodotti

Pulizia dell’ufficio: come farla al meglio e con quali prodotti
Sesto, 30 Ottobre 2019 ore 05:30

I luoghi di lavoro è fondamentale che siano puliti e igienizzati sempre. Le toilettes, infatti, e gli spazi comuni di un’azienda sono ad uso di molti utenti che hanno fra loro un rapporto professionale. Il fatto che non ci sia alcuna confidenza e che gli spazi siano in uso a molte più persone, fa sì che la pulizia di questi spazi debba essere molto più approfondita del normale, rispetto ad esempio a quella di casa. Oltre alla pulizia, qui, sono infatti importanti l’igienizzazione e la sanificazione.
I prodotti che si usano per le pulizie dei luoghi di lavoro sono normalmente più forti rispetto a quelli classici da casa, anche perché devono garantire una pulizia più duratura, visto che il viavai di persone è molto maggiore. In alcuni ambienti lavorativi, come quello alimentare, ci sono norme precise da rispettare rispetto ai prodotti che vengono usati.

Se non si è specialisti, insomma, la pulizia di un ufficio o di un’azienda non è facile come si crede. Imparate le regole per farlo al meglio, però, si riuscirà anche ad ottimizzare la pulizia domestica. Per pulire l'ufficio e la casa con i prodotti corretti vediamo quali sono le regole dei professionisti del pulito professionale.

La pulizia dell’ufficio, ai professionisti! 

Pulire gli ambienti professionali non è né facile, né scontato, anche se a casa propria si fanno le pulizie con regolarità. Non è un caso, infatti, se molte aziende decidono di ingaggiare personale specializzato.  Fare le cose per bene è importante non solo per il benessere delle persone, ma anche per una questione di immagine dell’impresa stessa. Organizzazione e pianificazione delle pulizie consentono igiene e ordine a lungo, anche quando il viavai è frequente. Per avere un ambiente ben pulito ci vogliono due cose: qualcuno che sa pulire bene e i prodotti giusti per la pulizia professionale, vediamo di spiegarci meglio.

Pulire bene: come si fa?

Pulire bene non è solo una questione estetica, ma anche di salute, specialmente dove ci sono persone diverse. Lo sporco, quello che si vede e quello che non si vede, è causa infatti di malattie, allergie e trasmissione di microrganismi. È per questo che le pulizie vanno fatte con i prodotti giusti che lavino in profondità, anche lì dove pare non ce ne sarebbe nemmeno bisogno.

A differenza degli ambienti di casa, dove talvolta se non si vede sporco, non si pulisce (le piastrelle in verticale, i muri, le porte, i telefoni non si lavano spesso), gli ambienti professionali si devono passare in toto. Ogni superficie ha i suoi prodotti specifici e, in taluni casi, panni specifici per rendere la pulizia più efficace e approfondita.

I prodotti giusti: la pulizia dell’ufficio

Gli ambienti di lavoro sono talmente tanti e diversi che fare una guida specifica per tutti non è possibile. Prendiamo quindi ad esempio un ufficio. I mobili vanno ripuliti dalla polvere, ma non bisogna usare prodotti che tendono ad attirarla subito dopo. I classici prodotti antistatici, insomma, non sono adeguati perché se è vero che il prodotto sul panno attira la polvere, la parte che resta stesa sulla superficie farà altrettanto. Un detergente neutro professionale sarà invece perfetto. Le superfici in legno andranno pulite con spray specifici alla cera, così da renderli belli e brillanti. I telefoni e le maniglie non vanno solo puliti, ma disinfettati con prodotti appositi.