Pronto soccorso, Altitonante esulta

Fabio Altitonante (Forza Italia) si è fatto promotore della mozione sul Pronto soccorso di Abbiategrasso approvata in Commissione.

Pronto soccorso, Altitonante esulta
Cronaca 26 Novembre 2017 ore 15:44

La Commissione Sanità ha approvato la mozione per la riapertura notturna del Pronto soccorso di Abbiategrasso.

Pronto soccorso, riapertura più vicina

“È un grande risultato per più di 80mila cittadini, che abitano nell'abbiatense, una vittoria per la gente”. Esprime soddisfazione il consigliere regionale di Forza Italia, Fabio Altitonante, per l'approvazione in Commissione Sanità della mozione, di cui era firmatario e promotore e poi relatore in Commissione, sulla riapertura h24 del Pronto soccorso di Abbiategrasso.

"Risposta concreta ai cittadini"

“Abbiamo dato una risposta concreta alle migliaia di cittadini che avevano chiesto alla politica, al di là dei tecnicismi una decisione chiara. Abbiamo superato tutti i dubbi di alcuni colleghi in Commissione. Dopo 9 mesi intensi di lavoro, ascolto, studio, con il tassello finale del sopralluogo, anche gli ultimi incerti hanno capito che era una struttura moderna con una strumentazione all'avanguardia e siamo arrivati a un voto unanime", ha detto Altitonante.

Punto di riferimento

L'ospedale Cantù, infatti, con 181 posti letto, è un punto di riferimento per l'intera area dell'abbiatense, cioè un territorio su una superficie pari a circa 207 kmq, che comprende 14 Comuni, oltre ad Abbiategrasso. I flussi della mobilità sanitaria, inoltre, dimostrano che molti cittadini dell'Abbiatense, in alternativa all'ospedale di Abbiategrasso, scelgono Milano, rispetto agli altri presidi dell'Asst dell'Ovest Milanese (Legnano, Magenta e Castano Primo), perché ci sono più collegamenti pubblici e infrastrutture. Negli ultimi anni, inoltre, sono stati finanziati opere di edilizia sanitaria e nuovi strumenti tecnologici dell'ospedale per un valore di oltre 30 milioni di euro.

Quale futuro?

Qualcuno parlava di numeri troppo ridotti rispetto alla normativa nazionale, ma nel 2016 gli accessi al Pronto Soccorso sono stati oltre 19mila, circa 1.000 in più rispetto all'anno precedente. Per il funzionamento del Ps in sicurezza nelle ore notturne è sufficiente la presenza del medico rianimatore 24 ore su 24, indispensabile in ogni caso per i pazienti ricoverati.

"Ora – conclude Altitonante – auspichiamo che le indicazioni date dalla Commissione, che ha votato all'unanimità per la riapertura, siano attuate con tempi veloci”.