bollate

“Promozione Covid”, bare in omaggio

Bufera su una società di onoranze funebri con sede a Bollate per i cartelli pubblicitari esposti

“Promozione Covid”, bare in omaggio
Cronaca Bollatese, 28 Novembre 2020 ore 08:00

“Promozione Covid”, funerali da 799 euro, la bara è in omaggio, te la regaliamo noi. Bufera su una società di onoranze funebri Sve di via Trento 4 a Bollate per i cartelli pubblicitari appesi nei giorni scorsi in diversi punti del paese e in tutta la città di Milano dove la società ha un’altra sede.

Promozione Covid, bare in omaggio

I Cartelli hanno attirato l’attenzione dei cittadini che hanno iniziato a insultare i titolari dell’agenzia Bollatese attraverso i social. Insulti che sono arrivati anche a causa di una frase, poco digerita, apparsa sul manifesto ovvero: «Per pagare e morire c’è sempre tempo. In regalo il cappotto di legno»
L’annuncio è accompagnato dall’immagine di un guantone da boxe che sferra un pugno al Coronavirus. Se l’obiettivo della pubblicità era sconcertare i passanti, è stato sicuramente raggiunto.
Le reazioni però non sono state positive e la comunicazione choc non è stata apprezzata dai cittadini.
A chi ritiene la pubblicità offensiva per le vittime del Coronavirus, e chi pensa si tratti solo di uno scherzo di cattivo gusto, l’agenzia di pompe funebri che replica che in tanti hanno già chiamato per chiedere informazioni sul pacchetto da 799 euro per il funerale, escluse spese comunali. «Il nostro intento non era certo quello di offendere le persone, soprattutto in questo particolare momento – afferma Elisa Fiore – addetta alla comunicazione della società di onoranze funebri bollatese – Noi personalmente non abbiamo ricevuto nessuna minaccia e nessuna lamentela, anzi il contrario, diverse persone si sono rivolte a noi per effettuare il funerale. Quello che stiamo attraversando non è affatto un momento facile per nessuno anche dal punto di vista economico» Secondo la società di onoranze funebri bollatesi, infatti, con 799 euro si riesce a effettuare un funerale dignitoso. «Pensiamo che le accuse che sono circolate sui social ci siano state rivolte da qualche gruppo concorrente al nostro per i prezzi promozionali che abbiamo inserito sul cartellone pubblicitari – afferma Elisa Fiore – Il nostro lavoro è quello di stare vicino alle famiglie in uno dei momenti più delicati della vita ovvero quello in cui ci si deve separare dai propri cari. Cerchiamo di farlo nel migliore dei modi e, come dicevo prima di andare in contro alle persone».
Cartelli pubblicitari che non hanno attirato solamente l’attenzione dei cittadini ma anche quella dei media. Nella giornata di mercoledì, giusto per fare un esempio, una troupe della trasmissione Pomeriggio Cinque, condotta da Barbara D’Urso ha fatto visita alla sede bollatese della Sve. «La nostra non è stata affatto una pubblicità studiata come qualcuno ha detto – afferma Giuseppe Cernaz direttore tecnico del gruppo – Abbiamo fatto tutto noi, da soli. Forse siamo stati troppo diretti nel comunicare la nostra offerta che aveva solamente uno scopo quello di ridurre i costi delle esequie alle famiglie in un periodo veramente difficile come quello che stiamo attraversando a causa dell’emergenza Covid 19».

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità