Menu
Cerca
rho

Progetto per eliminare il rischio di esondazioni del Bozzente a Biringhello

L'assessore Forloni: "L’intervento rientra in un piano di riassetto del territorio dal punto di vista idraulico"

Progetto per eliminare il rischio di esondazioni del Bozzente a Biringhello
Cronaca Rhodense, 15 Marzo 2021 ore 14:44

AIPO avvisa i proprietari dei terreni sulla necessità di indagine archeologica, ambientali e geotecniche propedeutica alla stesura del progetto. Mancata la comunicazione al Comune di Rho.

Progetto per eliminare il rischio di esondazioni del Bozzente a Biringhello

Vista la necessità di risolvere i periodici allagamenti a Biringhello in conseguenza dei sempre più numerosi e frequenti eventi di pioggia intensa, AIPO ha predisposto uno studio di pre-fattibilità del progetto, approvato dal Comune di Rho, che risale al 2015. AIPO ha ricevuto i fondi da Regione Lombardia per dare vita al progetto vero e proprio, che richiede preliminarmente di raccogliere una serie di informazioni relative alla natura del terreno destinato all’intervento a Nord e a Sud della Statale del Sempione.

Le parole dell’assessore Forloni

“Siamo molto dispiaciuti di non aver potuto informare i nostri cittadini dell’avvio dell’indagine propedeutica alla progettazione di un’opera molto attesa, che metterà finalmente in sicurezza Biringhello e tutta la zona urbanizzata di Rho – spiega l’assessore a Ecologia Gianluigi Forloni – L’intervento rientra in un piano di riassetto del territorio dal punto di vista idraulico e permetterà di far fronte agli allagamenti, che si verificano in concomitanza con fenomeni metereologici straordinari la cui frequenza negli ultimi anni è aumentata. Le vasche di invaso e laminazione costituiscono un intervento light, senza cementificazioni, in grado di accogliere temporaneamente il surplus di acqua e poi rilasciarlo quando termina l’evento meteorico di particolare intensità. Quindi a parte il confinamento dei terreni non ci saranno opere strutturali particolarmente invasive e l’intervento potrà essere l’occasione per una riqualificazione del paesaggio. Abbiamo un esempio virtuoso di questo genere a Nerviano, dove i terreni sono rimasti a gestione agricola. Sarà comunque nostra cura informare la cittadinanza appena la fase progettuale condotta da AIPO sarà ad un livello più avanzato”.

Le lettere arrivati ai proprietari

In questi giorni i proprietari dei terreni situati nell’area Biringhello hanno ricevuto l’avviso che l’Agenzia Interregionale Fiume PO, ente attuatore incaricato da Regione Lombardia e responsabile della completa progettazione, aveva necessità di effettuare delle indagini archeologiche, ambientali e geotecniche propedeutiche alla progettazione dell’intervento per eliminare il rischio di esondazioni del Bozzente attraverso aree di invaso e laminazione naturale.
Purtroppo AIPO non ha avvisato in anticipo il Comune di Rho, che a sua volta non ha potuto informare i proprietari dei terreni, su cui insiste il progetto, e i cittadini in generale della verifica delle condizioni necessarie per avviare finalmente l’importante intervento, che metterà in sicurezza l’area.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli