Menu
Cerca

Popillia Japonica anche a Saronno, ecco come fermarla

Si muove in gruppo devastando piante e campi interi.

Popillia Japonica anche a Saronno, ecco come fermarla
Cronaca 28 Luglio 2019 ore 10:57

La Popillia Japonica, insetto infestante di origine asiatica, trovata anche a Saronno.

Popillia Japonica, minaccia per piante e coltivazioni

I primi esemplari in Italia sono stati trovati nel 2014 e da allora è il flagello di giardini e, soprattutto, campo coltivati. La Popillia Japonica, coleottero della famiglia degli Scarabeidi, ha fatto capolino ora anche a Saronno. A darne notizia il Comune. Si tratta di un insetto innocuo per l'uomo ma estremamente dannoso per tutti i tipi di specie vegetali. La larva infesta i prati e si nutre delle radici mentre l'adulto di foglie, fiori e frutti, muovendosi in gruppi e mettendo a rischio orti, frutteti e campi agricoli. La maggior presenza è proprio in questo periodo, fine giugno-luglio.

Come riconoscerla

popillia japonica

Non va confusa con il comune maggiolino, decisamente meno dannoso. La Popillia Japonica è un coleottero di piccole dimensioni, circa 1 centimetro di lunghezza, di colore verde e bronzo metallizzato con 12 ciuffi di peli bianchi distintivi e facilmente visibili (5 ai lati dell’addome e 2 più ampi sulla parte terminale), che la contraddistingue da altri insetti simili italiani, come ad esempio appunto il maggiolino degli orti (Phyllopertha horticola) e dalle altre specie di Rutelidi italiani.

Anche la Regioneè in campo nella lotta e nel contrasto alla Popillia, e per questo con Ersaf ha realizzato un vademecum che si può trovare qui.

LEGGI ANCHE: Cisliano dichiara guerra al coleottero giapponese che danneggia le piante