Cronaca
bollate

Polizia locale in azione contro degrado e spaccio nel Parco delle Groane

Due mesi di progetto, dal 7 settembre al 15 novembre.

Polizia locale in azione contro degrado e spaccio nel Parco delle Groane
Cronaca Bollatese, 03 Dicembre 2022 ore 15:00

Bollate: Polizia locale in azione contro degrado e spaccio nel Parco delle Groane

Polizia locale in azione contro degrado e spaccio nel Parco delle Groane

Due mesi di progetto, dal 7 settembre al 15 novembre. Due Comuni coinvolti, Bollate e Senago, per un totale di quasi 60mila abitanti. In tutto 25 servizi straordinari svolti. Un totale di 59 controlli e 10 denunce. Sono i principali numeri del Progetto “Parco Groane” 2022, il progetto per la realizzazione di interventi integrati di sicurezza urbana messo in campo grazie a un accordo di collaborazione tra Bollate e Senago che ha dato ottimi risultati nel controllo del territorio.

Tra le attività messe in campo a Bollate, il  presidio delle aree del Parco delle Groane con perlustrazioni mirate nelle aree di ritrovo per il consumo e lo spaccio di stupefacenti; il controllo delle strade che attraversano la frazione di Castellazzo al fine di controllare lo stato psico-fisico dei conducenti dal punto di vista di eventuale utilizzo di sostanze psicotrope o di alcool; i controlli mirati nella stazione FNM Bollate Nord, anche questo luogo segnalato come punto di ritrovo per il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti. A Senago, invece, i controlli si sono concentrati nei parchi cittadini e nel Parco delle Groane di competenza, oltre alle vie cittadine con controlli mirati, anche qui, a verificare l’utilizzo di sostanze psicotrope o di alcool.

"Una delle priorità che abbiamo indicato al nostro Comando di Polizia locale – spiega il Vicesindaco e Assessore alla Polizia locale Alberto Grassi - è quella di aumentare il presidio delle aree verdi del Parco Groane. Tali spazi rappresentano un luogo di tranquillità importantissimo per famiglie, corridori, ciclisti, proprietari di cani. Per questo abbiamo attivato questo progetto in sinergia con il Comando di Polizia locale di Senago, volto a contrastare il degrado e lo spaccio in alcuni punti strategici del parco. Non abbiamo certo la velleità di azzerare il fenomeno dello spaccio  per cui servirebbero ben altre forze in campo, ma di disicentivare lo spaccio in quei luoghi maggiormente frequentati e rimarcare il concetto che il parco non è terra di nessuno. Molti gli acquirenti fermati con addosso la droga appena acquistata, 12 dei quali addirittura alla guida dell'auto sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. L'obiettivo è di spostare quantomeno tale fenomeno lontano dal nostro territorio, per consegnare ai bollatesi dei percorsi naturali fruibili in sicurezza e tranquillità, senza spiacevoli incontri”.

 

 

Seguici sui nostri canali