Nerviano

Polizia Locale, un 2020 di controlli e riconoscimento per il lavoro durante il Covid

Ecco tutti i dati dell'attività svolta dagli agenti del comando cittadino durante l'anno dell'emergenza sanitaria

Polizia Locale, un 2020 di controlli e riconoscimento per il lavoro durante il Covid
Cronaca Legnano e Altomilanese, 21 Febbraio 2021 ore 20:49

Polizia Locale di Nerviano: ecco tutti i dati dell’attività svolta durante il 2020 e il maxi lavoro durante la pandemia.

Polizia Locale, maxi risultati

Un altro anno di intenso lavoro per la Polizia Locale sul fronte della sicurezza stradale e urbana. Ma il 2020 è stato l’anno dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid, che ha visto anche gli agenti nervianesi impegnati in importanti servizi al servizio della comunità: impegno questo per il quale la Regione Lombardia ha conferito a tutto il comando le onorificenze per l’importante lavoro svolto durante la pandemia.

Impegno nell’emergenza Covid

“E’ stato istituito il Coc, Comitato operativo comunale, sin da primi di marzo 2020 – ricorda il comandante Franco Santambrogio – A tale livello ci si è occupati di tutti gli aspetti riguardanti l’emergenza, in stretta sinergia e contatto col sindaco e tutti i componenti. Siamo stati impegnati nella verifica giornaliera, e di concerto col sindaco, dei nominativi inseriti nel portare delle persone in quarantena, in particolare con verifica uno a uno dei nominativi, contatti telefonici con ciascuno di essi, rilevazione delle loro eventuali necessità, informazioni riguardanti il loro stato di soggetti in quarantena, controlli puntuali sul rispetto della permanenza e non violazione della stessa; si è fatto fonte alle loro necessità in stretta sinergia coi Servizi sociali e con le associazioni di Protezione civile, attivandosi per la consegna degli approvvigionamenti alimentari, alla consegna e ritiro degli indumenti alle persone ricoverate”.
Aggiunge il comandante: “Poi pattuglie dedicate ai controlli Covid, sulla mobilità delle persone, sui pubblici esercizi e attività soprattutto nei mesi di marzo, aprile, maggio, giugno e ottobre, novembre e dicembre 2020 dove vigevano le massime restrizioni essendoci zona rossa o lockdown totale. In particolare, con rientri oltre l’orario di servizio sono stati realizzati 600 controlli su persone, posti di controllo e luoghi di assembramento”. Qualche numero: 16mila i controlli su persone in quarantena, 2500 sugli spostamenti di persone e assembramenti, 21.900 su bar e attività commerciali, 51 su bus e 22.850 le informazioni date alla cittadinanza»
Sicurezza stradale e ambientale

Sicurezza stradale e ambiente

In merito alla sicurezza stradale, gli agenti sono stati impegnati nel controllo sulla circolazione dei veicoli e sulle norme di comportamento dei conducenti. Nel 2020, ben 2700 i veicoli controllati.
Riguardo l’ambiente, occhi puntati sul contrasto al fenomeno dell’abbandono rifiuti e al garantire il decoro urbano con lotta alla maleducazione dei padroni dei cani. “Sono inoltre stati effettuati monitoraggi, soprattutto lungo le zone esterne dell’abitato, utilizzando le apposite Trap-cam con l’accertamento di alcune violazione riguardo lo scarico abusivo dei rifiuti e non il corretto conferimento degli stessi” ha spiegato Santambrogio.

Contatto coi cittadini e controllo trasporto merci

“Nel 2020 il comando è stato letteralmente travolto da una valanga di richieste di informazioni telefoniche, nei giorni di massima punta ha superato le 1000 richieste al giorno – ha dichiarato il comandante – Per far fronte a tale situazioni, ci si è anche avvalsi del personale di altri uffici che è stato distaccato temporaneamente da noi. Nel periodo clou, il personale dedicato alle risposte telefoniche è stato pari a 3-4 persone, da lunedì a venerdì. L’attività di informazione è stata svolta anche dalle pattuglie sul territorio”.
Non si sono fermati i controlli sul trasporto merci nazionale e internazionale: oltre 320 i posti di controllo, oltre 250 veicoli pesanti contratti e oltre 50mila ore di guida controllate con violazioni accertate per il mancato rispetto dei tempi di riposo-guida e sui dispositivi di equipaggiamento. E poi messa in sicurezza del comparto di via Meda, di via 24 Maggiore, sensi unici, zone 30 e nuova disciplina della sosta. E impegno per il rifacimento della rete idrica di via Indipendenza, Mariani e Roma, rifacimento marciapiedi, riqualificazione di viale Villoresi, asfaltature e controlli.

I risultati

Nel 2020 sono stati 651 i verbali per violazioni al codice della strada (accertati 50.060,02 euro), 16 per regolamenti e leggi vari (10.403,98), 120 per violazioni alle norme Covid (48.791), tre gli esercizi commerciali chiusi per violazioni norme Covid; 1500 i veicoli in sosta controllati. Sono stati 58 gli incidenti rilevati (25 con feriti), 19 i sequestri-fermi-rimozioni complessivi di cui 3 fermi amministrativi, 25 le denunce complessive (2 per edilizia), 90 gli esposti.
“Un grazie di cuore a tutti gli agenti della Polizia Locale e a tutto il personale amministrativo della stessa, per l’enorme lavoro svolto in un anno difficilissimo – il commento dei sindaco Massimo Cozzi – Ai ‘normali’ compiti, vi è stato tutto quanto collegato al Covid con una funzione di controllo sul territorio, ma anche di enorme informazione data dall’ufficio ai tantissimi nervianesi che li hanno contattati. Da parte dell’Amministrazione comunale, l’impegno primario per proseguire il potenziamento sia in termini di organico, sia di tecnologia a disposizione dello stesso”.
nerviano polizia locale comandante franco santambrogio sindaco massimo cozzi

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli