Menu
Cerca

Politici, chi ci costa di più? Scopritelo

Abbiamo sbirciato le spese per le indennità e i rimborsi degli organi istituzionali.

Politici, chi ci costa di più? Scopritelo
Magenta e Abbiategrasso, 18 Gennaio 2019 ore 09:00

Quali sono stati i politici più «costosi» del 2018 e quali quelli che hanno inciso di meno sulle casse comunali? Ve lo dice Settegiorni con l'aiuto del portale soldipubblici.gov.it.
Dalla home page è possibile vedere quanto ogni ente pubblico ha speso, ad esempio, per il personale, la cancelleria, il carburante, le spese legali, gli incarichi esterni, le indennità e i rimborsi dei politici. I dati sono tratti dal sistema Siope, frutto di una collaborazione tra Banca d'Italia e Ragioneria Generale dello Stato, che aggrega i pagamenti giornalieri delle diverse amministrazioni attraverso una serie di circa 250 codifiche gestionali. Tutti i numeri sul giornale in edicola.

Politici, tutte le spese

E così Settegiorni ha sbirciato tra i dati relativi ai Comuni del Magentino-Abbiatense per l'anno 2018, buttando l’occhio in particolare sulle spese per le indennità e i rimborsi degli organi istituzionali, vale a dire sindaco, giunta e consiglio comunale, indicando la spesa complessiva e quella in rapporto alla popolazione. Per quanto riguarda le indennità, i Comuni più «cari» in senso assoluto sono Abbiategrasso e Corbetta, che supera Magenta pur essendo meno popoloso. Segue Sedriano, che spende 10mila euro più di Bareggio pur essendo più piccolo, e circa 30mila euro più di Arluno a parità di popolazione.

Curiosità

Per quanto riguarda la spesa media pro capite, Robecco è quello col dato più basso, solo 3,84 euro per abitante. Segue Santo Stefano con 3,85 (ma domina la classifica dei rimborsi). I più «pesanti» per le casse comunali sono, nell’ordine, i politici di Calvignasco, Morimondo e Zelo Surrigone. In testa alla graduatoria dei rimborsi, come detto, Santo Stefano Ticino, con oltre 11mila euro. Seguono Arluno, Bubbiano e Sedriano. Ben 16 Comuni sono a quota zero.