Cronaca
violenza domestica

Picchia i genitori e si scaglia contro i carabinieri: Arrestato pregiudicato di 22 anni

L'ennesimo episodio di violenza in un appartamento di Lainate nella serata di ieri. Il giovane trasferito in una cella del carcere di San Vittore

Picchia i genitori e si scaglia contro i carabinieri: Arrestato pregiudicato di 22 anni
Cronaca Rhodense, 10 Gennaio 2023 ore 12:38
Picchia i genitori e all'arrivo dei carabinieri delle stazioni di Lainate e Garbagnate si scagli anche contro di loro prima di essere arrestato e accompagnato nel carcere milanese di San Vittore

Ventiduenne pregiudicato accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale

Nella serata di lunedì i carabinieri delle stazioni di Lainate e Garbagnate milanese hanno arrestato un ragazzo di 22 anni italiano, pregiudicato, con l'accusa di  maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e resistenza a Pubblico Ufficiale

Già in passato il giovane era stato autore di violenze fisiche e psicologiche nei confronti dei genitori

Erano da poco passate le 20.30 quando nell'abitazione in cui il ragazzo, già autore in passato di ripetute violenze fisiche e psicologiche nei confronti del padre e della madre, vive con i genitori, al culmine dell'ennesima lite in famiglia, scaturita per futili motivi, il giovane ha aggredito il padre di 56 anni e la madre di 58.

Il 22enne si è scagliato contro i carabinieri

Non contento di avere usato violenza contro i genitori, all’arrivo dei militari giunti tempestivamente sul posto su richiesta delle vittime, il 22enne si è scagliato contro di loro, colpendoli con manate e spintoni, prima di essere bloccato e tratto in arresto.

Mamma e papà accompagnati in pronto soccorso

Il padre e la madre del giovane, dopo che il figlio è stato trasportato in caserma dai militari,  sono stati accompagnati al pronto soccorso dell'ospedale di Rho dove all'uomo è stata riscontrata una infrazione  della VI costa emitorace sinistra e un trauma cranico con prognosi di 7 giorni e alla madre una  "agitazione in esiti di aggressione" con prognosi di 2 giorni.

L'aggressore accompagnato nel carcere di San Vittore

Dopo i controlli in caserma il 22enne è stato accompagnato dai militari presso il carcere milanese di San Vittore in attesa del processo che si terrà nei prossimi giorni
Seguici sui nostri canali