Parte una nuova fase di restauro per la villa Catenacci a Locate

180 mila euro per sistemare il piano terra dell'edificio storico, poi si passerà al parco secolare

Parte una nuova fase di restauro per la villa Catenacci a Locate
Cronaca 20 Ottobre 2017 ore 09:00

Villa Catenacci: l’opera entro l’anno

Sono in fase di ultimazione le procedure per l’aggiudicazione dei lavori di risanamento conservativo del piano terra della storica villa Catenacci. Sono stati stanziati circa 180 mila euro dall’Amministrazione Grimoldi per sistemare il piano terra, creare servizi igienici, mettere in sicurezza il solaio pericolante e risistemare il muro perimetrale di via Sant’Antonio. Il bando è stato emesso dalla stazione appaltante della provincia e a breve sarà assegnato.

Dalla Villa Catenacci al parco secolare

Al termine dei lavori strutturali sarà risistemato il parco con opere di giardinaggio. “E’ stato dato l’incarico a un agronomo per la valutazione dello stato di benessere delle specie arboree e delle essenze rare. E sempre all’esperto spetterà la sistemazione dell’area con percorsi armonici per renderla più fruibile”, ha illustrato il sindaco Daniela Grimoldi.

Villa Catenacci era stata aperta nel 2006

Nel maggio del 2006 era avvenuta l’apertura del parco comunale. L’edificio invece è ancora in parte inagibile, per questo il Comune ha pianificato una serie di interventi di restauro per arrivare alla completa sistemazione dello stabile. Già nel 2012 erano stati eseguiti importanti interventi. Erano state rifatte le facciate, gli infissi e la copertura del tetto.

La Villa risale al 1600

Villa Catenacci De Wich, sita al centro del paese, fu dimora della famiglia olandese dei De Wich, venuta dalle Fiandre al seguito degli Spagnoli, sin dai primi decenni del 1600. Nel 1836, alla morte di Giovanni De Wich, la villa venne acquistata dalla famiglia borghese dei Catenacci, la quale ampliò la villa e il parco.
Quest’ultimo esteso su una superficie di circa 7730 mq, ha essenze rare e piante ultracentenarie.L’edificio, oggi di proprietà comunale, è stato dichiaro dal 1977 da Ministero per i Beni Culturali e Ambientali di particolare interesse storico e artisico.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità