Ospedale Galmarini, presentato il nuovo Reparto di Ostetricia e Ginecologia

Ventuno mesi e 2milioni 280mila euro di lavori dopo, ecco la rinnovata ala dedicata a donne, mamme e neonati.

Ospedale Galmarini, presentato il nuovo Reparto di Ostetricia e Ginecologia
Saronno, 12 Dicembre 2019 ore 16:33

Si è tenuta stamattina, giovedì 12 dicembre, all'ospedale di Tradate la conferenza stampa di presentazione del nuovo Reparto di Ostetricia e Ginecologia.

Dopo 21 mesi, il Reparto di Ostetricia e Ginecologia

"Siamo molto contenti di vedere concretizzati alcuni degli importanti progetti che riguardano questo Ospedale". Così il Direttore Generale dell'Asst Sette Laghi Gianni Bonelli ha esordito stamattina nella conferenza stampa al Galmarini. Due i progetti cui fa riferimento Bonelli, la riorganizzazione dell'area internistica con l'attivazione della Degenza Breve Internistica, grazie all'entrata in servizio di tre nuovi specialisti, l'apertura del nuovo reparto di Ostetricia e Ginecologia, frutto di un investimento di 2 milioni e 280mila.

LEGGI ANCHE: Ospedale di Tradate, i 10 milioni di euro daranno i primi frutti entro il 2020

nuova ginecologia e ostetricia all'ospedale galmarini di tradate

Novità in ospedale

La mattinata è stata anche occasione per presentare la dottoressa Battistina Castiglioni, che dal primo settembre ricopre il ruolo di Direttore della Cardiologia del Galmarini. "Per me questa è una sfida importante - ha dichiarato la Castiglioni - da un lato il mio impegno è portare in questa equipe l'approccio interventista che mi contraddistingue, dall'altro è far crescere le eccellenza che ho trovato. Inoltre, grazie alla possibilità di accedere direttamente all'emodinamica del Circolo, siamo già in grado di seguire i nostri pazienti garantendo loro continuità nel percorso di cura seguendoli personalmente".

La Degenza Breve è partita

Parola poi al dottor Walter Ageno, che  ha introdotto la funzione della Degenza Breve Internistica, sviluppata sul modello dell'analogo reparto varesino, adattandola però al contesto tradatese: "Sono 12 posti letto, già tutti attivi, con lo scopo principale di dare supporto al Pronto Soccorso. A farlo funzionare, tre specialisti molto motivati adiuvati dagli specializzandi in Medicina Interna e in medicina d'Urgenza dell'Università dell'Insubria". Tra questi specialisti, a coordinare il team è il dottor Marco Molteni, che ha spiegato come il reparto sia già a regime, con una degenza media che si attesta sui 7 giorni, e che si sta ora affinando l'organizzazione per alleggerire il Ps e la medicina generale. "In primavera - ha quindi aggiunto Bonelli - vorremmo trasformare 4 di questi 12 posti letto in letti di Osservazione Breve Internistica e completare così la riorganizzazione. Stiamo inoltre valutando la possibilità di attivare dei letti di degenza di comunità".
A proposito dell'attivazione del letti di comunità, il Direttore Sanitario Ivan Mazzoleni, ha sottolineato come questo ulteriore progetto punti a garantire la continuità delle cure dall'Ospedale al territorio. "Con ATS Insubria - ha spiegato - a Tradate abbiamo avviato un percorso dedicato agli over 85 per garantire le dimissioni protette con il coinvolgimento di tutti gli enti preposti".

Appuntamento all'open day

4 foto Sfoglia la gallery

Ultimo a intervenire, il dottor  Fabio Ghezzi, Direttore della Ginecologia ed Ostetricia, a  cui afferisce anche il reparto tradatese: "Questo nuovo reparto è bello e belle sono le persone che vi lavorano e che lo rendono unico". Sono state proprio le ostetriche del reparto, del resto, a voler inaugurare la nuova sede aprendola al pubblico. L'Open Day è in programma per sabato 14 dicembre: dalle 14 fino alle 18, il nuovo reparto sarà aperto al pubblico e si potranno visitare le rinnovate stanze di degenza, il Nido e la Sala Parto.

LEGGI ANCHE: Open day per la nuova Ostetricia e Ginecologia di Tradate