Menu
Cerca

Operazione Hydra: basi a Varese, Tradate, Venegono e Saronno

Sgominata pochi mesi fa, la rete di imprenditori e professionisti dediti alla truffa e sviluppata in tutt'Italia aveva basi anche nel Varesotto.

Operazione Hydra: basi a Varese, Tradate, Venegono e Saronno
Cronaca Saronno, 02 Luglio 2018 ore 19:08

Tra i 122 indagati imprenditori e professionisti del capoluogo e dei comuni del Tradatese e Saronnese. Tutti coinvolti nella rete criminale sgominata dall'Operazione Hydra.

Operazione Hydra: truffa da oltre 7 milioni di euro

Le indagini si erano chiuse pochi mesi fa. L'Operazione Hydra, condotta dalla Guardia di Finanza con il coordinamento della Procura varesina, aveva fatto emergere un enorme sistema di truffa diffuso in tutt'Italia. Una rete criminale fatta di imprenditori, commercialisti e finti lavoratori conniventi che aveva portato alla sottrazione di 931mila euro dalle casse dell'Inps, 3 milioni di euro a danno di imprenditori onesti che venivano raggirati e 3 milioni e 600 mila euro per reati di bancarotta fraudolenta.

122 indagati

La rete coinvolgeva gli imprenditori delle aziende coinvolte consapevolmente nel giro d'affari truffaldino, commercialisti e notai che certificavano bilanci e operazioni e anche i finti dipendenti che le aziende assumevano per poi licenziare non appena maturati i requisiti per i sussidi, e che lasciavano il 70% delle somme nelle mani dei truffatori. Tra i 122 iscritti nel registro degli indagati, professionisti e imprenditori di Varese, Tradate, Saronno, Venegono Superiore e Venegono Inferiore. Qui, pare, sarebbero state le basi della fitta associazione criminale.

QUI TUTTI I DETTAGLI SULL'OPERAZIONE HYDRA

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE