Omicidio Nusdorfi l'assassino ha perso la memoria e sarà libero

La Corte d'Appello ha stabilito il non luogo a procedere per Dritan Demiraj, che ha perso la memoria dopo un violento pestaggio

Omicidio Nusdorfi l'assassino ha perso la memoria e sarà libero
Cronaca 09 Novembre 2017 ore 13:57

Ha ucciso a coltellate la sua ex compagna Lidia Nusdorfi nel sottopasso di Mozzate, ma Dritan Demiraj non sconterà i due ergastoli che gli erano stati inflitti in primo grado. La Corte d’Appello di Bologna ha stabilito il «non luogo a procedere», considerata l’incapacità del 31enne albanese di sottoporsi al giudizio. Il 6 aprile dello scorso anno, Demiraj è infatti stato vittima di un violento pestaggio nel carcere di Parma, dove era detenuto a seguito della condanna per duplice omicidio volontario aggravato (ha infatti ammesso di avere ucciso anche Silvio Mannina, nuovo fidanzato della sua ex), occultamento di cadere, violenza privata, rapina e porto abusivo d’armi.