rho

Nuovo regolamento dei servizi di raccolta dei rifiuti: importanti novità

Forloni: “L’introduzione degli ispettori ambientali A.Se.R fa fare un salto di qualità alla nostra capacità di controllo di comportamenti illeciti nell’ambito del raccolta dei rifiuti".

Nuovo regolamento dei servizi di raccolta dei rifiuti: importanti novità
Rhodense, 04 Giugno 2020 ore 13:32

Nuovo regolamento dei servizi di raccolta dei rifiuti: importanti novità a Rho

Nuovo regolamento dei servizi di raccolta dei rifiuti: importanti novità

Importanti novità nel regolamento dei servizi di raccolta rifiuti e d’igiene approvato dal Consiglio Comunale lunedì 25 maggio. La proposta di un nuovo regolamento che prevede ispettori ambientali A.Se.R, compost domestico, nuovi conferimenti in piattaforma, conferma della raccolta porta a porta del vetro, è stata resa necessaria per gli aggiornamenti richiesti dalla nuova normativa nazionale, ma è stata anche l’occasione per inserire aspetti innovativi, che è opportuno conoscere.

Il commento di Gianluigi Forloni

“L’introduzione degli ispettori ambientali A.Se.R – commenta Gianluigi Forloni, assessore all’Ecologia – fa fare un salto di qualità alla nostra capacità di controllo di comportamenti illeciti nell’ambito del raccolta dei rifiuti. A fronte di risultati più che lusinghieri della raccolta differenziata, oggi intorno al 75%, permangono comportamenti incivili, che è giusto prima segnalare e poi opportunamente sanzionare nel rispetto della grande maggioranza di rhodensi che seguono correttamente le regole. Il contributo del gruppo M5S è stato considerato favorevolmente sia per lo spirito che ha animato le proposte fatte che per l’atteggiamento poi tenuto in Consiglio Comunale dal Consigliere Venchiarutti: nella difficoltà di un’assemblea riunita in videoconferenza ha ridotto al minimo il numero di emendamenti da discutere, ritirandone la gran parte di quelli non accolti. Come ho detto in Consiglio Comunale – prosegue Forloni – dove gli emendamenti non sono stati accolti per diverse ragioni, si era comunque in sintonia con i principi che li ispiravano. Il numero di emendamenti era notevole e ha richiesto uno sforzo non indifferente all’Ufficio Ecologia e ai tecnici di A.Se.R per valutare dal punto di vista tecnico la loro ammissibilità. In tempi ristretti è stato necessario predisporre una nuova versione utile alla valutazione dei consiglieri: a loro va il mio sincero ringraziamento per un’operazione utile a migliorare complessivamente il regolamento approvato”.

In cosa consiste

Il regolamento ribadisce la centralità dell’obiettivo di riduzione della produzione di rifiuti e del loro smaltimento in maniera differenziata. Un elemento di interesse generale riguarda la possibilità degli operatori di A.Se.R di verificare il corretto conferimento dei rifiuti e produrre un verbale di accertamento per situazioni irregolari e illecite. Questa prerogativa fino ad ora era esclusivamente in capo alla Polizia Locale, il che rendeva l’attività sanzionatoria particolarmente complessa. Con il nuovo regolamento, previo corso di addestramento e coerente ordinanza del sindaco, gli ispettori ambientali di A.Se.R potranno accertare le irregolarità e trasferire il verbale alla Polizia Locale, che mantiene la podestà sanzionatoria.Nel corso del processo di approvazione c’è stato un apporto costruttivo del gruppo Movimento 5 Stelle, che ha proposto 86 emendamenti di stampo ambientalista all’articolato. Tra le proposte approvate dall’Amministrazione (nel complesso 33 emendamenti accolti e altri 14 parzialmente accolti o riformulati) anche l’introduzione di uno specifico articolo dedicato al compost domestico. Questa opportunità, per altro diffusa in molti altri comuni, consente di organizzare nel proprio giardino la stagionatura del materiale organico da utilizzare poi come concime, la riduzione della produzione di rifiuti che ne deriva viene riconosciuta in tariffa. Ovviamente il compost domestico richiede uno spazio adeguato, giardino o orto che sia, ed è quindi una possibilità limitata a chi ha le condizioni per poterlo produrre e utilizzare. Un terzo aspetto di rilievo previsto dal regolamento è l’ampliamento delle tipologie di materiale conferibili alla piattaforma ecologica in sintonia con le indicazioni della Città Metropolitana, per esempio i residui di cartongesso ora sono conferibili in piattaforma. Infine è stato confermata la raccolta porta a porta del vetro, ormai ampiamente consolidata in città con esiti positivi, ma non prevista dal regolamento precedente.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia