Mutilazioni genitali femminili: i sindaci del territorio dicono No

Mutilazioni genitali femminili: i sindaci del nostro territorio in campo per dire No. Ecco le foto che stanno facendo il giro del web.

Mutilazioni genitali femminili: i sindaci del territorio dicono No
Legnano e Altomilanese, 06 Febbraio 2018 ore 12:19

Mutilazioni genitali femminili: oggi, martedì 6 febbraio, è la giornata internazionale per dire No a queste barbarie.

Mutilazioni genitali femminili: il coro di No dei sindaci

Tutto è partito da un post del sindaco di Rescaldina Michele Cattaneo: "Un filo da tagliare, un NO da dire, gridare, forte. Con alcuni amici sindaci abbiamo deciso di pubblicare le nostre foto e chiedere ai nostri cittadini di pubblicarle a loro volta taggando i loro amici. Oggi è la giornata mondiale contro le mutilazioni genitali femminili. Diciamolo forte il nostro NO! ". A corredo di questo post una foto che ritrae Cattaneo con un paio di forbici che tagliano un filo. Poi è partito il tam tam di foto degli altri primi cittadini del territorio.

5 foto Sfoglia la gallery

Le foto dei sindaci contro le mutilazioni genitali femminili

Alla foto di Michele Cattaneo seguono quella del primo cittadino di Castano Primo Giuseppe Pignatiello, quello di Robecchetto Giorgio Braga, il sindaco di Inveruno Sara Bettinelli e quella di Busto Garolfo Susanna Biondi. A loro si affiancano amministratori e semplici cittadini.