Mozziconi a terra, Parabiago dice No e installa 100 posacenere

Mozziconi a terra: installati a Parabiago altri 50 posacenere che si vanno a sommare ai 50 che erano stati messi lo scorso anno.

Mozziconi a terra, Parabiago dice No e installa 100 posacenere
Legnano e Altomilanese, 23 Luglio 2018 ore 11:52

Mozziconi a terra, a Parabiago installati oltre 100 posacenere.

Mozziconi a terra, la scelta del Comune di Parabiago

Sono oltre 100i porta-mozziconi presenti nelle strade di Parabiago. È  infatti stata recentemente ultimata l'installazione di 50 nuovi posacenere in Città. Questi particolari cestini per raccogliere i mozziconi delle sigarette, si aggiungono ai 50 installati lo scorso anno. Parabiago si è quindi dotata, nei luoghi pubblici all'aperto maggiormente frequentati, di idonei contenitori per gettare in sicurezza e nel totale rispetto dell'ambiente i mozziconi delle sigarette. Molti fumatori non si accorgono che il gesto, per loro semplice e innocuo, del gettare il residuo della sigaretta ultimata a terra è in realtà un odiosissimo atto che sporca la Città ma sopratutto inquina fortemente il mondo. L'installazione dei posacenere fa parte del progetto "Chiamati a Raccolta" promosso dall'Assessorato all'Ecologia del Comune di Parabiago. I posacenere saranno svuotati periodicamente dal personale di ALA nel momento dello svuotamento dei cestini pubblici.

La parola all'assessore Quieti

Dichiara l'assessore all'Ecologia Dario Quieti: "Altri 50 posacenere sono stati posizionati nelle piazze cittadine e nei pressi dei luoghi maggiormente frequentati e delle vie con maggior flusso di pedoni. Vogliamo una Città sempre più pulita e rispettosa dell'ambiente e pertanto abbiamo deciso di fornire ai cittadini anche i porta-mozziconi. Il loro utilizzo da parte dei fumatori è un gesto di civiltà che consente di avere una Città più pulita ed un ambiente tutelato. Non è infatti da sottovalutare l'impatto ambientale che ha quello che a molti può sembrare solo un gesto di poco conto.  I mozziconi di sigaretta sono il rifiuto più abbondante sulla terra e continuano ad inquinare terreni ed acque per anni. Il loro effetto sull'ecosistema è devastante. Utilizzarli quindi non è solo un dovere civico ma anche un dovere morale".

Torna alla Home e leggi le altre notizie.