Menu
Cerca
Contro degrado e schiamazzi

Movida senza alcol in centro per ordine del sindaco

Legnano mette dei paletti «per una città più bella, vivibile e rispettosa di tutti».

Movida senza alcol in centro per ordine del sindaco
Cronaca Legnano e Altomilanese, 12 Maggio 2021 ore 15:21

Movida senza alcol in centro e nell'area di via De Gasperi-corso Italia.

Movida senza alcol a Legnano: il sindaco Radice firma due ordinanze

Due ordinanze per limitare la vendita degli alcolici da asporto: sono quelle firmate ieri, martedì 11 maggio 2021, dal sindaco di Legnano Lorenzo Radice alla luce dei problemi di disturbo causa assembramenti e abbandono rifiuti emersi nel centro città durante le scorse settimane e in vista dell’arrivo della stagione estiva, oltre che, ovviamente, per il contenimento del Covid19. Le ordinanze riguardano due pubblici esercizi del centro cittadino (zona largo Seprio-via Palestro-piazza don Sturzo) e l’area di via De Gasperi-corso Italia. Le limitazioni per i pubblici esercizi consistono nel divieto di vendita per asporto e di somministrazione esterna di alcolici e superalcolici, di qualsiasi gradazione, a partire dalle 16 dal venerdì alla domenica, prefestivi e festivi, sino alla chiusura dei locali. Per l’area via De Gasperi-corso Italia le limitazioni sono invece valide per il supermercato tutti i pomeriggi a partire dalle 15 e sino alla chiusura: alcolici potranno essere acquistati soltanto se accompagnati da altra merce di valore almeno equivalente. Da ricordare, lo scorso gennaio, un’analoga ordinanza per l’area del centro commerciale Cantoni.

Per cercare di prevenire situazioni critiche per la vivibilità e il decoro

Nello specifico la forte attrattività degli esercizi pubblici verso una clientela giovane ha creato, da fine gennaio, situazioni critiche per la vivibilità e il decoro che sono state segnalate dai cittadini residenti con due esposti e dai commercianti con una petizione. Per quanto riguarda l’area di via De Gasperi-corso Italia, già oggetto in passato di ordinanze sindacali per limitare la vendita degli alcolici, i problemi sono stati rilevati a partire dal mese di febbraio, in concomitanza con le zone arancione e gialla, occasioni in cui il consumo degli alcolici, acquistati soprattutto nel supermercato, ha conosciuto un aumento deciso. La conseguenza è stato un incremento dei rifiuti abbandonati nei giardinetti che hanno contribuito a peggiorare decoro e vivibilità dell’area.

«Poniamo dei paletti per una città più bella, vivibile e rispettosa di tutti»

«Stiamo mettendo in campo idee e progetti per contrastare la situazioni di degrado legate al consumo di alcolici in città - puntualizza il sindaco Radice - Perseguiamo una logica di sicurezza integrata che assomma prevenzione e controllo: accanto a iniziative partecipate come "Legnano siCura", fatta con gli educatori per sensibilizzare, fra le altre cose, i giovani sui rischi e le conseguenze dell’abuso di alcolici, lo strumento dell’ordinanza vuole porre dei paletti: per una città più bella, vivibile e rispettosa di tutti ognuno deve fare la sua parte e con tutti i soggetti in gioco abbiamo parlato e continueremo a parlare per questo obiettivo».