Menu
Cerca

Mottese minaccia il don: “Ti uccido e brucio la chiesa”

Un mottese 20enne affetto da problemi mentali ha preso di mira una chiesa di Rozzano: già due incendi e minacce di morte al parroco

Mottese minaccia il don: “Ti uccido e brucio la chiesa”
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 28 Settembre 2019 ore 10:27

Un mottese 20enne affetto da problemi mentali ha preso di mira una chiesa di Rozzano: già due incendi e minacce di morte al parroco.

Mottese minaccia il don: “Ti uccido e brucio la chiesa”

«Ti ammazzo, ti uccido e faccio finire la tua chiesa come Notre Dame: bruciata»: queste le inquietanti minacce che un ragazzo 20enne di Motta Visconti ha rivolto a don Roberto Soffientini, parroco della chiesa di Sant'Ambrogio a Rozzano. L'ultimo capitolo di una delicata vicenda che sta scuotendo il sud Milano. Il giovane, affetto da disturbi mentali e con problemi di droga, ha preso di mira l'edificio sacro di Rozzano. E ha già appiccato due incendi. Una prima volta a giugno: il piromane non aveva solo bruciato l'altare, ma aveva anche rubato le offerte. Il secondo raid all'inizio di settembre, nuovamente colpito l'altare con la distruzione di opere d'arte di valore tra cui due tavole in legno intarsiato che risalgono al Settecento. Dieci giorni fa, la nuova irruzione in chiesa, questa volta «solo» per minacciare il parroco.

I parrocchiani e il don sono sgomenti, i carabinieri intervengono ogni volta ma il pm libera subito il giovane a causa delle sue condizioni di salute. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE