Cronaca
Dopo due settimane

Morto a Fuerteventura, le ceneri sono ancora bloccate in Spagna

Magnago deve attendere ancora prima di poter dare l'ultimo saluto a Marco Finocchiaro, 25 anni, annegato mentre faceva il bagno nell'oceano con gli amici.

Morto a Fuerteventura, le ceneri sono ancora bloccate in Spagna
Cronaca Legnano e Altomilanese, 24 Settembre 2022 ore 16:00

Morto a Fuerteventura, ancora non è stato possibile fissare il funerale.

Morto a Fuerteventura: non è ancora stato possibile riportare Marco a casa

Ancora attesa per la famiglia di Marco Finocchiaro, il 25enne tragicamente scomparso in vacanza a Fuerteventura due settimane fa. Il corpo è stato cremato ma non è ancora stato possibile portare le ceneri in Italia, nonostante i tentativi dei suoi parenti più vicini e la raccolta fondi che ha superato i 21mila euro. Non c'è certezza di quando l'urna di Marco potrà fare ritorno da Fuerteventura a Magnago e, di conseguenza, anche la data dell'ultimo saluto non può essere ancora fissata.

La raccolta fondi per aiutare la famiglia ha superato quota 21mila euro

Nei giorni scorsi amici e conoscenti del giovane bienatese si erano mobilitati per aiutare la famiglia del giovane, rimasto inghiottito dalla corrente dell'Oceano Atlantico mentre stava facendo il bagno con gli amici che si sono salvati per miracolo. I famigliari - Marco lascia la sorella Sonia, il papà Enrico e la mamma Valeria - erano subito volati a Fuerteventura. «Il sorriso di Marco si è spento improvvisamente - spiegava la cugina nel messaggio allegato alla raccolta fondi - E adesso, nello sconforto più totale, l'unica cosa che possiamo fare è quella di unirci alla sua famiglia e riportare Marco a casa, fra tutti coloro che gli volevano bene. Come cugina di Marco ho avviato la campagna per permettere a tutti di supportare economicamente i genitori e la sorella di Marco in questo momento difficile». La generosità di magnaghesi e non solo è stata grande, ma ancora non è stato possibile riportare Marco a casa.

Seguici sui nostri canali